Turismo: “Pro-muovere futuro”, progetti per giovani imprenditori

Una nuova idea per gestire e valorizzare uno spazio o un bene culturale, integrandolo meglio con il territorio nel quale è inserito; un’idea tecnologica innovativa che favorisca la comunicazione e lo scambio di idee tra utenti e gestori di un’attività culturale o turistica; un progetto di design inserito nel più vasto progetto di valorizzazione del Made in Italy.

Per i giovani under 35 che hanno un’idea imprenditoriale da realizzare, l’associazione Mecenate 90 lancia il concorso “Pro-muovere il futuro. La tua idea per il patrimonio culturale dell’Italia: nuovi progetti imprenditoriali in ambito culturale e creativo”, presentato questa mattina presso la sede dell’associazione dal presidente, Giuseppe De Rita, e dal segretario generale, Ledo Prato, che partirà il prossimo 25 luglio. “L’idea – ha spiegato Prato – è di offrire uno spazio alla creatività, soprattutto giovanile, nei settori più direttamente connessi con il patrimonio culturale. L’obiettivo è mettere in contatto i ragazzi e le loro idee con partner operanti nella realtà proprio dei beni culturali, in modo che li accompagnino nello sviluppo della loro idea”.

Il premio per i vincitori del concorso, dieci per ciascuna delle due aree tematiche (patrimonio culturale e industrie culturali creative), non sarà, infatti, in denaro, ma consisterà nell’affiancamento (per un periodo di 3/6 mesi) da parte dei partner del concorso che potranno, ha tenuto a ricordare il segretario generale di Mecenate 90, “sostenere lo sviluppo dell’idea, offrendo il proprio know how e i propri spazi e aiutando i ragazzi a individuare potenziali finanziatori del progetto; inserire quest’ultimo nel proprio ciclo produttivo (nel caso in cui si tratti di un prodotto vero e proprio) o proporre ai titolari del progetto di collaborare alla realizzazione dello stesso”.

“Negli ultimi anni – ha proseguito il segretario generale di Mecenate 90 – il patrimonio culturale, l’industria culturale e creativa, il turismo sono stati al centro di progetto non attivi generati dalla ricerca applicata e, soprattutto, dall’iniziativa di giovani aspiranti imprenditori. Molte iniziative concorsuali proposte – tuttavia – consentono la partecipazione solo a iniziative di carattere imprenditoriale o inserite esclusivamente nel terzo settore. La particolarità del nostro concorso – ha sottolineato Prato – sta nell’essere aperto anche a persone fisiche, imprese o associazioni e gruppi del terzo settore“.

Nel caso di gruppi, potranno essere inserite anche persone con più di 35 anni, purchè sia chiaro il loro ruolo e i ragazzi rimangano comunque i titolari principali del progetto. Sul sito del concorso sarà possibile non solo scaricare il regolamento ma anche navigare nelle pagine dei partner (società di organizzazione di eventi, di marketing e comunicazione, del settore turistico e del design) che indicheranno gli ambiti di maggior interesse: “un ulteriore aiuto ai partecipanti a definire meglio i loro progetti e le finalità”.

“Oggi – ha osservato Giuseppe De Rita – l’imprenditore giovanile è  sempre più orientata a settori come il turismo sostenibile e legato al patrimonio culturale ed enogastronomico italiano, all’informatica e alle attività digitali. Un concorso come questo, dunque, ha un valore importante perchè consente ai giovani di trovare un percorso di realizzazione della propria idea, confrontandosi anche con realtà produttive che li aiutino a indirizzare il proprio progetto nella giusta direzione”.

Fonte: AGI

> Visita il sito dell’Associazione “Mecenate 90”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *