A Francavilla Fontana (Br), incontro sul tema “Pace e Bellezza. Turismo, arte e cultura sulla Via Francigena del Sud in Puglia”

Tutte le strade portano a Roma. Ce ne sono alcune poi che dalla Capitale conducono sino in Puglia, a Brindisi e anche oltre. Non parliamo solo della Via Appia, ma anche dell’affascinante, forse meno nota, Via Francigena del Sud, un itinerario di 700 chilometri che unisce la Città eterna ai porti pugliesi, un tempo destinazione Gerusalemme e la Terra Santa.

In Puglia è la “strada buona” per un turismo lento, responsabile e consapevole. Valori e azioni che il Touring Club Italiano incarna da 120 anni, occupandosi di ambiente, arte, cultura, turismo. Non è quindi affatto casuale il coinvolgimento del TCI nel ridisegnare il tracciato di un cammino da compiere anche a piedi in almeno 32 tappe, delle quali ben 17 interessano il territorio pugliese, a cui è dedicato anche una guida edita da Touring Editore.

Non solo strade e libri, ma anche progetti e opportunità.
Nell’estate 2013 la Regione Puglia ha approvato ufficialmente il tracciato della Via Francigena del Sud in Puglia e, aderendo all’Associazione Europea delle Vie Francigene, ha avanzato la richiesta al Consiglio d’Europa d’iscrivere il tratto pugliese nella lista dei Cammini d’Europa.

Ecco allora le ragioni di un incontro aperto a tutti che si terrà venerdì 26 settembre, alle ore 19.00, nel Castello Imperiali di Francavilla Fontana, che ospita anche il Punto d’incontro TCI . L’iniziativa è promossa dal Club di Territorio, in accordo con l’Assessorato alla Cultura di Francavilla Fontana, e vede la partecipazione del Vice Presidente dell’Associazione Europea Vie Francigene, Federico Massimo Ceschin, rappresentante della Regione Puglia nella “rete portante” delle Vie Francigene presso il Consiglio d’Europa. I lavori, coordinati dal Console Tci, Giovanni Colonna, sono aperti dal Sindaco di Francavilla Fontana, Maurizio Bruno, dall’Assessore alla Cultura, Anna Maria Padula, e dal Vice Console Regionale Tci per la Puglia, Giuseppe Genghi.

Non mancano i racconti di viaggio eccezionali.
Due giovani pugliesi, Angelofabio Attolico e Danilo Zaia, uno barese e l’altro leccese, uno archeologo e l’altro esperto in pianificazione territoriale, hanno percorso il Cammino di Santiago, uno tra i più noti Cammini d’Europa: un viaggio a piedi di oltre mille chilometri. Dal loro punto di vista, una riflessione su motivazioni, preparativi, attese, gioie e sofferenze di un lungo, insolito, viaggio.

Questo incontro è tappa della rassegna di arti, culture e spiritualità “Michaelic”, figura tra gli eventi celebrativi della Giornata Mondiale del Turismo (27 settembre) ed è inserito nel programma di eventi culturali “Francavilla è…state 2014”, sostiene la candidatura di Lecce a Capitale Europea della Cultura 2019. Si svolge con il patrocinio dell’Assessorato Regionale al Mediterraneo, Cultura e Turismo, dell’Agenzia Regionale del Turismo PugliaPromozione.

La Via Francigena del Sud in Puglia è una strada, un progetto, il nostro modo di viaggiare!

Inziativa segnalata da: Giovanni Colonna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *