Laboratorio dal Basso a Trepuzzi (Le): “Le giornate del Giornalismo”. Nuovi media, citizen journalism e innovazione sociale

Se in passato per essere giornalista non bastava semplicemente “saper raccontare una notizia”, oggi nell’era dei social network, di internet, dei dispositivi mobili, di una comunicazione sempre più veloce e dinamica, per svolgere questo mestiere è necessario, anzi indispensabile, possedere un bagaglio di competenze e  know how che va oltre la ‘scrittura’ vera e propria. Paradossalmente, infatti, in un momento in cui la carta stampata sta attraversando un periodo di sofferenza, il giornalismo in senso stretto sta vivendo il suo momento migliore: non solo è importante arrivare prima degli altri ma anche scrivere il ‘pezzo migliore’, pezzo che nel giro di pochi minuti sarà letto, twittato e ritwittato, condiviso e commentato.

Per questo, da tempo, ci si interroga su quali siano le nuove sfide e le prospettive future di questa professione. Di questo e di molto altro si discuterà nel corso de «Le Giornate del Giornalismo» l’iniziativa ideata dal giornalista Lucio Lussi dell’Associazione Culturale Fermenti Intraprendenti in collaborazione con la Regione Puglia e l’Arti (Agenzia Regionale per la tecnologia e l’innovazione) nell’ambito del progetto Laboratori dal Basso (azione della Regione Puglia cofinanziata dall’Unione Europea attraverso il PO FSE 2007-2013).

Dal 9 al 12 ottobre, Trepuzzi si trasformerà nella città del giornalismo: seminari, incontri formativi, ed ancora lezioni e workshop tenuti da docenti universitari, giornalisti ed esperti del settore, presso l’aula consigliare.

Tra i relatori interverranno Tommaso Labate del Corriere della Sera, Paolo Bracalini de Il Giornale, Michele Mezza, vicedirettore di Rai International, Federico Bastiani (fondatore della prima realtà di social street), Marzia Antenore (docente di comunicazione alla Sapienza di Roma), Ernesto Belisario (esperto di open data) e Sergio Talamo (giornalista ed esperto di trasparenza delle Pubbliche Amministrazioni) e un nutrito gruppo di giornalisti locali (Marco Renna, Pierpaolo Lala, Mauro Marino, Emilio Faivre, Vincenzo De Filippi, Salvatore Papa).

Non solo: «le Giornate del Giornalismo» rappresenteranno un momento formativo. Ai giornalisti che parteciperanno alle lezioni pomeridiane del 9 e dell’11 ottobre saranno rilasciati i crediti formativi obbligatori dal 2014. Ed ancora numerosi saranno gli eventi collaterali. Il giornalista di Rai3, Fulvio Totaro racconterà il giornalismo agli alunni delle scuole medie ed elementari. Presso la libreria Fanny di Trepuzzi nella serata di venerdì 10 ottobre si terrà la tavola rotonda “Il Salento degli scrittori e dei poeti”. L’incontro sarà moderato da Mauro Marino e vedrà la partecipazione di Luisa Ruggio, Osvaldo Piliego, Danilo Siciliano, Simone Giorgino, Ada Fiore e altri.

Le Giornate del Giornalismo si chiuderanno domenica 12 ottobre con il convegno “Un giornalismo libero e indipendente: come costruire una professione autonoma dalla politica”. Parteciperanno all’incontro il responsabile Comunicazione del Pd Francesco Nicodemo, Stefano Cristante (docente dell’Università del Salento), Valentino Losito (presidente dell’Ordine dei Giornalisti di Puglia), giornalisti, parlamentari e amministratori locali. Il dibattito sarà moderato dal direttore di TGNorba24, Vincenzo Magistà.

L’evento è patrocinato dal Comune di Trepuzzi, dal Gal Valle della Cupa, dal Comune di Squinzano e dall’Associazione Amici di Maurizio Rampino.

Fonte: “Lecce News”

> Visita il sito “Laboratori dal Basso”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *