Nasce il cammino della Via Appia

“Il Cammino dell’Appia e’ un grande progetto nazionale su cui stiamo lavorando. Ho gia’ sentito i presidenti delle quattro regioni attraversate dall’Appia. Il 14 ottobre ci incontreremo sulla base della norma contenuta nell’Art bonus che ci consente di dare un’unita’ di gestione ai progetti che attraversano piu’ regioni. Diventera’ un grande progetto nazionale e, se riusciremo, porteremo su questo anche risorse dell’Unione europea”. Cosi’ il ministro dei Beni e delle Attivita’ culturali e del Turismo, Dario Franceschini, intervenuto oggi alla presentazione del Cammino dell’Appia Regina viarum che prevede la valorizzazione e la messa a sistema del percorso lungo l’antico tracciato romano, da Roma a Brindisi.

“La via Appia- ha aggiunto Franceschini – unisce territori in cui non arrivano turisti stranieri, rivaluta il Mezzogiorno, recupera un patrimonio archeologico unico. Crediamo nel tema dei percorsi, per il turismo sostenibile, lento, di rivalutazione dei luoghi meno conosciuti. In Italia stiamo investendo nel Mezzogiorno. E l’Appia tiene insieme tutte queste cose”.

Al complesso di Capo di Bove, sull’Appia, insieme al ministro sono intervenuti anche la soprintendente dell’Appia, Rita Paris, responsabile dell’Appia per la Soprintendenza, il soprintendente ai Beni archeologici di Roma, Francesco Prosperetti, il direttore di La Repubblica, Ezio Mauro, e il giornalista Paolo Rumiz, che ha percorso a piedi tutta la via Appia, raccontando il viaggio sulle pagine del quotidiano.
“È un percorso che unisce, da riscoprire- ha concluso Franceschini- Il lavoro di Rumiz e’ importantissimo, segna la traccia di questo percorso”.

Fonte: MIBACT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *