Confronto, riflessioni e proposte sul tema della disabilità nel corso dell’O.S.T. “Libera le Barriere Day” a Maruggio

Il tema della disabilità è molto delicato, e troppo spesso ammantato da una sorta di strano pudore, che talvolta invece di rispettare le persone rischia di escluderle.
Per questo nel corso dell’iniziativa “Libera le Barriere Day” che si è svolta Sabato 26 Novembre nell’androne della palestra dell’Istituto Comprensivo “Del Bene” di Maruggio, abbiamo cercato di parlarne, provando a superare quei preconcetti che derivano proprio dalla non conoscenza della problematica, tentando di superare anche il concetto stesso di “problema”, perché esso non esiste se iniziamo a pensare i nostri amici disabili al pari di chiunque altro, con le stesse ambizioni e le stesse emozioni, considerandoli una risorsa preziosa da valorizzare e aiutandoli a diventare soggetti socialmente attivi.

Per raggiungere questi obiettivi, occorre fare piazza pulita di qualsivoglia ostacolo di natura psicologica, fisica, giuridica che tenda a frenare, limitare e complicare questo percorso.
Il tentativo dell’iniziativa è stato proprio questo: tornare a casa con una consapevolezza in più, più informati, arricchiti di una maggiore sensibilità.

Lo scorso Settembre si è svolto a Lecce il primo Open Space sulla Disabilità. Purtroppo l’A.P.S. “Play your Place” – che pure era stata invitata – non ha potuto partecipare, ma abbiamo approfittato dell’amicizia con la dott.ssa Annatonia Margiotta (referente del Gruppo di Lavoro Interdisciplinare “Libera le Barriere”) per candidare la nostra Maruggio ad una tappa del tour che questo gruppo intraprenderà nel Salento al fine di sensibilizzare sulla tematica della disabilità.

Ritenendo l’argomento di interesse e importanza trasversale, “Play your Place” ha voluto da subito coinvolgere il Comune di Maruggio per il tramite dell’Assessore ai Servizi Sociali e alle Politiche della Disabilità – la signora Stefania Moccia -, la quale si è mostrata entusiasta dell’iniziativa e che ringraziamo per la sua disponibilità.
Così come ringraziamo la dott.ssa Alessandra Maiorano dell’Ufficio Comunale dei Servizi Sociali per aver collaborato fattivamente all’organizzazione dell’evento.

Occorre riconoscere che – diversamente dal passato – è cresciuta in qualche modo l’attenzione nei confronti del superamento delle barriere architettoniche, e questa Amministrazione Comunale tutta (maggioranza e minoranze insieme) si sta impegnando affinché si possano trovare le soluzioni per l’accessibilità ai luoghi pubblici.

Anche il Preside della Scuola che ha ospitato l’evento “Libera le Barriere Day” – il prof. Salvatore Renna – ha accolto favorevolmente la proposta mettendoci a disposizione l’androne della palestra, aiutandoci a promuovere l’iniziativa anche tra i docenti e gli alunni. Lo ringraziamo, quindi, per la fiducia.

Siamo estremamente felici della partecipazione e della soddisfazione mostrata da coloro che hanno partecipato: Associazioni, giovani, adulti, famiglie.
Per la prima volta la nostra Comunità ha avuto l’opportunità di esprimersi attraverso un metodo – l’O.S.T. – che mette tutti nelle condizioni di poter discutere e contribuire con idee e punti di vista, costruendo relazioni umane in un clima di ascolto reciproco.
Per una sera abbiamo riassaporato tutti il gusto di parlare direttamente – faccia a faccia – su una questione importante, sperimentando un “nuovo” modo di relazionarci, evitando di spendere inutilmente il nostro tempo migliore a scontrarci solo nella realtà virtuale dei social network.

I report dei tavoli di discussione (salute, informazione, scuola e sport) saranno presto disponibili e condivisi, affinché resti traccia di un’esperienza di coinvolgimento “dal basso”, affinché – soprattutto – si possano indirizzare meglio le politiche e i comportamenti collettivi, per garantire il pieno esercizio dei diritti delle persone con disabilità andando oltre le barriere culturali e architettoniche.
Perché è essenziale educarci ed educare alla diversità, in ogni contesto.

P.S. Un ringraziamento particolare all’amico Luigi Pipone Saracino, che riesce sempre a risolvere i problemi dell’ultima ora…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *