Riscoprire lo spirito natalizio, “aspettando l’Immacolata” alla “Macchitedda” di Maruggio

Il 3 dicembre si è tenuta la IV edizione della festa rionale “Aspettando l’Immacolata” presso il rione “La Macchitedda” di Maruggio. Ad organizzare l’evento è stata l’omonima associazione che ormai da quattro anni si impegna ad offrire sempre qualche interessante novità: dalla cultura alla gastronomia, dall’artigianato all’intrattenimento. Partner consolidati dell’Ass.ne, con la loro preziosa collaborazione, sono: l’Ass.ne “Play your Place”, la Pro Loco di Maruggio e il Comune stesso con il suo patrocinio.

Sabato scorso, all’imbrunire, la piazzetta e le strade del rione, illuminate e adornate a festa, si sono pian piano colorate con il copioso sopraggiungere di tanta gente: bambini, adulti, anziani e tantissimi alunni delle scuole medie del circondario. Sì, perché proprio costoro, grazie alla 1^ edizione del concorso di scrittura creativa indetto dall’Ass.ne “La Macchitedda”, sono stati i protagonisti di questa serata dedicata alla riscoperta dei valori più profondi della nostra cultura e dello spirito natalizio.

Gli organizzatori, infatti, grazie al tema del concorso – “Come quintali di scontrini fiscali furono arsi vivi dallo spirito natalizio” – si sono posti il fine di “indagare” in merito alla vitalità di valori quali: il focolare domestico, l’amicizia, lo stare insieme e la condivisione. Ben 390 sono stati gli alunni che, cogliendo l’invito a comporre filastrocche e poesie, hanno partecipato al concorso dando il loro magnifico e genuino contributo.

La manifestazione ha avuto inizio con l’accensione rituale del falò e, da quel momento, la festa, grazie all’atmosfera regalata dall’albero natalizio, dalle tante bancarelle di artigianato locale, dal vin brulè e dalla coinvolgente animazione del Dj Dario Cascarano, ha preso forma.

La gastronomia ha trovato le sue migliori interpreti nell’opera che le tante donne del quartiere hanno prestato ai fornelli, permettendo ai tantissimi ospiti di guastare le tradizionali pettole, il baccalà in pastella e le indiscusse regine del gradimento: le polpette fritte! Ovviamente non sono mancati il vino, offerto dalla “Vinicola Cicella” di Torricella, e la birra.

Il cuore della manifestazione ha pulsato con maggior impeto al momento della premiazione che, da un palco festosamente assediato da una marea di presenti, ha svelato i nomi dei 20 vincitori. Questi, chiamati sul palco a leggere i loro componimenti, hanno regalato ai presenti la loro interpretazione dello spirito natalizio. Sul palco, a premiare i ragazzi, vi era la giuria composta dai seguenti esperti: avv. Giuseppe Pio Capogrosso (Studioso di storia e tradizioni locale), dott. Tonino Filomena (scrittore e storico locale), avv. Mary Maggi (ricercatrice storica), prof. Sisto Sammarco (scrittore) e dott. Biagio Saracino (scrittore e storico locale). Per impegni di lavoro, purtroppo, non era presente un altro dei giurati: il prof. Pierfranco Bruni (poeta e scrittore). Inoltre, in rappresentanza del Comune di Maruggio, vi era il prof. Maurizio Schirone, suo consigliere con delega alla cultura.

Queste le poesie vincitrici in ordine di classifica:

1°– Ti racconto il natale, di Carbone Francesca, referente scolastico: prof.ssa My Lucia dell’I.C. “F. Prudenzano” di Manduria;

2°– Natale: le nostre radici, di Dimitri Matteo, r.s.: prof.ssa Mazza Alessia dell’I.C. “ F. Prudenzano” di Manduria;

3°– Il valore del natale, di Francesca Marsella, r.s.: prof. Prontera Angelo dell’I.C. “T. del Bene” di Maruggio;

4°– Lo spirito di natale, di Rebecca Scardino, r.s.: prof.ssa Perrucci Lea Valentina dell’I.C. “Papa Giovanni” di Sava;

5°– Poesia di un natale tradizionale, di Bitonto Giulia, r.s.: prof.ssa Distratis Barbara dell’I.C. “F. Prudenzano” di Manduria;

6°– Lu fuecu pi natali, di Demonte Simone, r.s.: prof.ssa Prudenzano Claudia dell’I.C. “Papa Giovanni” di Sava;

7°– La ricetta del natale perfetto, di Ursoleo Angelica, r.s.: prof.ssa Biasi Gabriella dell’I.C. “Papa Giovanni” di Sava;

8°– Lu natali ti osci, di Devalerio Giorgi, r.s.: prof.ssa Dinoi Daniela dell’I.C. “F. Prudenzano” di Manduria;

9°– Il natale d’oggi, di Scarciglia Giuliana, r.s.: prof.ssa Sulpizio Patrizia dell’I. C. “Morleo” di Avetrana;

10°– Lu natali, di Francesca Leone, r.s.: prof.ssa Olive Tea dell’I.C. “T. del Bene” di Maruggio;

11°– Un cartiglio per natale, di Devincentis Marisel, r.s.: prof.ssa Prudenzano Claudia dell’I.C. “Papa Giovanni” di Sava;

12°– Natale: tra finzione e verità, di Chiara Nigro, r.s.: prof. Tommasino Nigro dell’I. C. “Morleo” di Avetrana;

13°, ex aequo: Il natale è alle porte, di Raho Andrea, r.s.: prof.ssa Biasi Gabriella dell’I.C. “Papa Giovanni” di Sava;

I veri doni del natale, di D’amuri Pietro, r.s.: prof.ssa Santoro Cira dell’I.C. “Casilini” di San Marzano di San Giuseppe;

14°, ex aequo: A volte penso a Gesù, di Summa Gaetano, r.s.: prof. Prontera Angelo dell’I.C. “T. del Bene” di Maruggio;

Arriva natale, di Pichierri Antonella, r.s.: prof.ssa Caraccio Laura dell’I.C. “Papa Giovanni” di Sava;

15°, ex aequo: Che gioia il natale, di Dicoste Antonio, r.s.: prof. Dario Alfieri dell’I.C. “Casilini” di San Marzano di S. G.;

Un dolce pensiero per natale, di Mero Tania, r.s.: Favale Maria Immacolata dell’I.C. “Don Bosco” di Manduria;

Un natale speciale, di Pichierri Anna Chiara, r.s.: prof.ssa Pichierri Maila dell’I.C. “Papa Giovanni” di Sava;

Mena mena!, di Chiriac Dutu e Doria Marco, r.s.: prof.ssa Dinoi Daniela dell’I.C. “F. Prudenzano” di Manduria.

I vincitori sono stati premiati con libri e buoni da spendere presso la Libreria Caforio di Manduria, la quale, aderendo all’iniziativa non ha fatto mancare il proprio sostegno.

A testimoniare la magia del momento sono stati i toccanti volti dei piccoli scrittori e poeti, che saliti saliti sul palco, mostravano l’emozione di chi scopre di aver vinto.

Straordinario il senso di appartenenza degli alunni ai vari Istituti partecipanti, emerso con ripetute olas e manifestazioni di euforia ogni volta che un loro compagno veniva chiamato sul palco per essere premiato.

Insomma una riuscitissima manifestazione che ha incontrato il favore e la partecipazione di un enorme numero di ospiti. “Un grande successo” – riferisce con emozione la prof.ssa Silvia Prontera, presidente dell’Ass.ne “La Macchitedda” – “confermato dai tanti messaggi che mi sono giunti sia da parte dei docenti sia dei genitori” – e ne cita alcuni – “grazie per aver fatto vivere una serata da protagonisti ai nostri alunni” – e ancora – “complimenti e grazie alla giuria che ha scelto tra le poesie quelle che, nella loro semplicità, avevano maggiormente colto il vero senso del concorso”.

Non sono mancati, inoltre, segni di apprezzamento per la genuina e stuzzicante offerta culinaria: “I bambini si sono divertiti e abbiamo gradito, l’atmosfera, il fuoco, le pettole e, soprattutto, le buonissime polpette”.

Quella qui descritta, con grande soddisfazione da parte degli organizzatori, in questi quattro anni dalla sua costituzione, è l’ennesima festa di successo promossa dall’Ass.ne “La Macchitedda” che, ad ogni nuova iniziativa dimostra di essere cresciuta un po’ di più, proponendo, peraltro, qualcosa di nuovo e alzando l’asticella dei propri obiettivi sempre un centimetro più su!

Tutto ciò, grazie all’inestimabile aiuto di tanti volontari che, mettendo un po’ del loro tempo a disposizione della comunità, permettono il conseguimento del fondamentale obiettivo di valorizzare il proprio territorio insieme ai suoi talenti, credendo fermamente che la ricchezza del primo tragga origine dal solco indicato dalle tradizioni e che proprio in quel solco vadano buttati i semi per un grande futuro.

Autore articolo: Paolo Piccione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *