La delegazione di Bari del FAI alla scoperta delle bellezze maruggesi

Domenica 26 Maggio 2013, una folta delegazione del FAI – Fondo Ambiente Italiano – di Bari ha scelto di trascorrere un’intera giornata alla scoperta del centro storico e dei gioielli architettonici di Maruggio, insediamento dei Cavalieri del Tempio e poi, per secoli, Commenda Magistrale dell’Ordine dei Cavalieri di Malta.

Ad accogliere il gruppo dei visitatori c’erano, in Piazza del Popolo, i Tutor Diocesani dei Beni Culturali Ecclesiastici dell’A.P.S. “Play your Place”: l’arch. Aldo Summa e l’arch. Maria Adele Marsella.

Al seguito della delegazione, il prof. Paolo Lopane (esperto conoscitore e studioso degli Ordini monastico-cavallereschi) ha inquadrato nelle sue linee generali la storia dei Templari e dei Cavalieri di Malta, narrando le gesta di questi cavalieri della cristianità da una posizione tutta particolare: lo scalone che porta al loggiato e da qui all’ingresso di quello che fu il Palazzo dei Commendatori.

L’arch. Salvatore Favale ha aperto le porte ai visitatori facendo ammirare loro quelle che erano le stanze principali ove risiedevano, di volta in volta, i vari Commendatori; il maestro Pippi Caraccio ha mostrato, invece, altre stanze che facevano parte del complesso difensivo.

Nel frattempo si sono uniti al gruppo il dott. Gianpaolo Pisconti (presidente dell’A.P.S. “Play your Place”) che ha fatto dono ai visitatori delle brochure inerenti le chiese parrocchiali curate dall’Associazione, e gli amici Gianfranco Cipriani e Simona Micelli che hanno documentato la giornata di visita con foto e video.

Una nuvola di pioggia passeggera ha fatto di poco accelerare il passo e il gruppo si è riparato nella meravigliosa Chiesa Madre. Qui l’arch. Marsella ha avuto tutto il tempo necessario per illustrare le bellezze architettoniche, i dipinti e la cripta che custodisce l’urna con il corpo di San Costanzo Martire. Gli amici del FAI hanno sin da subito mostrato evidenti segni di apprezzamento!

Da qui si è poi raggiunta la Chiesa di S. Giovanni Battista Penitente fuori le mura, dove il prof. Lopane ha approfondito le questioni relative al ruolo ospitaliero dei Cavalieri di Malta.

Per l’ora di pranzo il gruppo di visitatori ha scelto di sedersi  a tavola presso il locale “Alexander” ubicato in via Malta, per gustare le prelibatezze locali.

Nel primo pomeriggio la visita è continuata: ad attendere il gruppo presso la Chiesa di S. Maria delle Grazie è l’arch. Summa. All’interno della chiesa attigua all’ex Convento dei Frati Minori Osservanti sono state illustrate le fasi di costruzione del complesso francescano assieme al ciclo degli affreschi che impreziosiscono il chiostro. Ancora una volta sincere espressioni di stupore sono apparse sui volti di tutti presenti!

Di lì a poco si è unito alla compagnia anche l’Assessore al Turismo, dott. Alfredo Longo. Il gruppo raggiunge, così, la Chiesa della Madonna del Verde, dove il prof. Lopane conclude la visita fornendo precisazioni sull’ipotetica origine templare di Maruggio.

È il momento dei saluti: i Tutor si congedano dal gruppo distribuendo a tutti il Calendario 2013, che raccoglie le foto delle statue dei Santi custodite nelle chiese maruggesi. Un dono graditissimo e inaspettato, una forma di gentilezza e un modo per invogliare i presenti a ritornare a visitare i nostri luoghi!

C’è ancora il tempo per una visita del litorale, alla scoperta di Torre Ovo e Torre Moline, a Campomarino,dove la giornata si conclude gustando un buon gelato!

Un ringraziamento particolare alla Pro Loco di Maruggio, rappresentata dal suo presidente, ing. Massimo Quaranta, per i rapporti intercorsi con la Delegazione nelle fasi di preparazione della giornata di visita.

> Leggi l’articolo sul “Corriere del Mezzogiorno”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *