“Dal coltan del Congo ai nostri smartphone”: lezione-confronto tra John Mpaliza e gli studenti di Maruggio (Ta)

John Mpaliza – ingegnere informatico congolese che risiede in Italia da diversi anni, attivista per la pace nel suo paese e in Africa – torna a Maruggio per la terza volta.
Mercoledì 19 Dicembre, infatti, incontrerà gli studenti delle classi Seconde e Terze della Scuola Secondaria di Primo Grado dell’Istituto Comprensivo “Tommaso del Bene” per una lezione-confronto dal titolo: “Dal coltan del Congo ai nostri smartphone. Il lato oscuro della tecnologia”.

Tema della campagna d’informazione (divenuta per John praticamente una missione) sono lo sfruttamento e la miseria che sottendono all’estrazione del coltan (una lega di due minerali molto preziosi, la columbite e il tantalio, quest’ultimo permette di ridurre i consumi delle batterie e miniaturizzare sempre di più i dispositivi) presente soprattutto in Africa, estratto da minatori costretti in stato di assoluta indigenza, necessario a far funzionare gli apparecchi elettronici di uso quotidiano.

John è conosciuto come “Peace walking man”, perché per le sue campagne di sensibilizzazione ha camminato, per l’Italia e per l’Europa. Egli è testimone della guerra criminale che da più di 20 anni – nella Repubblica Democratica del Congo – gira, appunto, all’estrazione del coltan, per il quale i bambini sono spesso costretti a scavare nella sabbia a mani nude per rifornire di questo minerale i signori della guerra, che poi lo rivendono a multinazionali senza scrupoli il cui unico interesse è assemblare costosi dispositivi elettronici – computer, tablet, telefonini – da rivendere a caro prezzo sui cosiddetti mercati più progrediti.

Ad organizzare il confronto è il coordinamento delle associazioni locali APS “Play your Place”, “Lotus” e Arci “Paisà”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *