lu pizzulu

You are currently browsing the archive for the lu pizzulu category.

Il 3 dicembre si è tenuta la IV edizione della festa rionale “Aspettando l’Immacolata” presso il rione “La Macchitedda” di Maruggio. Ad organizzare l’evento è stata l’omonima associazione che ormai da quattro anni si impegna ad offrire sempre qualche interessante novità: dalla cultura alla gastronomia, dall’artigianato all’intrattenimento. Partner consolidati dell’Ass.ne, con la loro preziosa collaborazione, sono: l’Ass.ne “Play your Place”, la Pro Loco di Maruggio e il Comune stesso con il suo patrocinio.

Sabato scorso, all’imbrunire, la piazzetta e le strade del rione, illuminate e adornate a festa, si sono pian piano colorate con il copioso sopraggiungere di tanta gente: bambini, adulti, anziani e tantissimi alunni delle scuole medie del circondario. Sì, perché proprio costoro, grazie alla 1^ edizione del concorso di scrittura creativa indetto dall’Ass.ne “La Macchitedda”, sono stati i protagonisti di questa serata dedicata alla riscoperta dei valori più profondi della nostra cultura e dello spirito natalizio.

Gli organizzatori, infatti, grazie al tema del concorso – “Come quintali di scontrini fiscali furono arsi vivi dallo spirito natalizio” – si sono posti il fine di “indagare” in merito alla vitalità di valori quali: il focolare domestico, l’amicizia, lo stare insieme e la condivisione. Ben 390 sono stati gli alunni che, cogliendo l’invito a comporre filastrocche e poesie, hanno partecipato al concorso dando il loro magnifico e genuino contributo.

La manifestazione ha avuto inizio con l’accensione rituale del falò e, da quel momento, la festa, grazie all’atmosfera regalata dall’albero natalizio, dalle tante bancarelle di artigianato locale, dal vin brulè e dalla coinvolgente animazione del Dj Dario Cascarano, ha preso forma.

La gastronomia ha trovato le sue migliori interpreti nell’opera che le tante donne del quartiere hanno prestato ai fornelli, permettendo ai tantissimi ospiti di guastare le tradizionali pettole, il baccalà in pastella e le indiscusse regine del gradimento: le polpette fritte! Ovviamente non sono mancati il vino, offerto dalla “Vinicola Cicella” di Torricella, e la birra.

Il cuore della manifestazione ha pulsato con maggior impeto al momento della premiazione che, da un palco festosamente assediato da una marea di presenti, ha svelato i nomi dei 20 vincitori. Questi, chiamati sul palco a leggere i loro componimenti, hanno regalato ai presenti la loro interpretazione dello spirito natalizio. Sul palco, a premiare i ragazzi, vi era la giuria composta dai seguenti esperti: avv. Giuseppe Pio Capogrosso (Studioso di storia e tradizioni locale), dott. Tonino Filomena (scrittore e storico locale), avv. Mary Maggi (ricercatrice storica), prof. Sisto Sammarco (scrittore) e dott. Biagio Saracino (scrittore e storico locale). Per impegni di lavoro, purtroppo, non era presente un altro dei giurati: il prof. Pierfranco Bruni (poeta e scrittore). Inoltre, in rappresentanza del Comune di Maruggio, vi era il prof. Maurizio Schirone, suo consigliere con delega alla cultura.

Queste le poesie vincitrici in ordine di classifica:

1°– Ti racconto il natale, di Carbone Francesca, referente scolastico: prof.ssa My Lucia dell’I.C. “F. Prudenzano” di Manduria;

2°– Natale: le nostre radici, di Dimitri Matteo, r.s.: prof.ssa Mazza Alessia dell’I.C. “ F. Prudenzano” di Manduria;

3°– Il valore del natale, di Francesca Marsella, r.s.: prof. Prontera Angelo dell’I.C. “T. del Bene” di Maruggio;

4°– Lo spirito di natale, di Rebecca Scardino, r.s.: prof.ssa Perrucci Lea Valentina dell’I.C. “Papa Giovanni” di Sava;

5°– Poesia di un natale tradizionale, di Bitonto Giulia, r.s.: prof.ssa Distratis Barbara dell’I.C. “F. Prudenzano” di Manduria;

6°– Lu fuecu pi natali, di Demonte Simone, r.s.: prof.ssa Prudenzano Claudia dell’I.C. “Papa Giovanni” di Sava;

7°– La ricetta del natale perfetto, di Ursoleo Angelica, r.s.: prof.ssa Biasi Gabriella dell’I.C. “Papa Giovanni” di Sava;

8°– Lu natali ti osci, di Devalerio Giorgi, r.s.: prof.ssa Dinoi Daniela dell’I.C. “F. Prudenzano” di Manduria;

9°– Il natale d’oggi, di Scarciglia Giuliana, r.s.: prof.ssa Sulpizio Patrizia dell’I. C. “Morleo” di Avetrana;

10°– Lu natali, di Francesca Leone, r.s.: prof.ssa Olive Tea dell’I.C. “T. del Bene” di Maruggio;

11°– Un cartiglio per natale, di Devincentis Marisel, r.s.: prof.ssa Prudenzano Claudia dell’I.C. “Papa Giovanni” di Sava;

12°– Natale: tra finzione e verità, di Chiara Nigro, r.s.: prof. Tommasino Nigro dell’I. C. “Morleo” di Avetrana;

13°, ex aequo: Il natale è alle porte, di Raho Andrea, r.s.: prof.ssa Biasi Gabriella dell’I.C. “Papa Giovanni” di Sava;

I veri doni del natale, di D’amuri Pietro, r.s.: prof.ssa Santoro Cira dell’I.C. “Casilini” di San Marzano di San Giuseppe;

14°, ex aequo: A volte penso a Gesù, di Summa Gaetano, r.s.: prof. Prontera Angelo dell’I.C. “T. del Bene” di Maruggio;

Arriva natale, di Pichierri Antonella, r.s.: prof.ssa Caraccio Laura dell’I.C. “Papa Giovanni” di Sava;

15°, ex aequo: Che gioia il natale, di Dicoste Antonio, r.s.: prof. Dario Alfieri dell’I.C. “Casilini” di San Marzano di S. G.;

Un dolce pensiero per natale, di Mero Tania, r.s.: Favale Maria Immacolata dell’I.C. “Don Bosco” di Manduria;

Un natale speciale, di Pichierri Anna Chiara, r.s.: prof.ssa Pichierri Maila dell’I.C. “Papa Giovanni” di Sava;

Mena mena!, di Chiriac Dutu e Doria Marco, r.s.: prof.ssa Dinoi Daniela dell’I.C. “F. Prudenzano” di Manduria.

I vincitori sono stati premiati con libri e buoni da spendere presso la Libreria Caforio di Manduria, la quale, aderendo all’iniziativa non ha fatto mancare il proprio sostegno.

A testimoniare la magia del momento sono stati i toccanti volti dei piccoli scrittori e poeti, che saliti saliti sul palco, mostravano l’emozione di chi scopre di aver vinto.

Straordinario il senso di appartenenza degli alunni ai vari Istituti partecipanti, emerso con ripetute olas e manifestazioni di euforia ogni volta che un loro compagno veniva chiamato sul palco per essere premiato.

Insomma una riuscitissima manifestazione che ha incontrato il favore e la partecipazione di un enorme numero di ospiti. “Un grande successo” – riferisce con emozione la prof.ssa Silvia Prontera, presidente dell’Ass.ne “La Macchitedda” – “confermato dai tanti messaggi che mi sono giunti sia da parte dei docenti sia dei genitori” – e ne cita alcuni – “grazie per aver fatto vivere una serata da protagonisti ai nostri alunni” – e ancora – “complimenti e grazie alla giuria che ha scelto tra le poesie quelle che, nella loro semplicità, avevano maggiormente colto il vero senso del concorso”.

Non sono mancati, inoltre, segni di apprezzamento per la genuina e stuzzicante offerta culinaria: “I bambini si sono divertiti e abbiamo gradito, l’atmosfera, il fuoco, le pettole e, soprattutto, le buonissime polpette”.

Quella qui descritta, con grande soddisfazione da parte degli organizzatori, in questi quattro anni dalla sua costituzione, è l’ennesima festa di successo promossa dall’Ass.ne “La Macchitedda” che, ad ogni nuova iniziativa dimostra di essere cresciuta un po’ di più, proponendo, peraltro, qualcosa di nuovo e alzando l’asticella dei propri obiettivi sempre un centimetro più su!

Tutto ciò, grazie all’inestimabile aiuto di tanti volontari che, mettendo un po’ del loro tempo a disposizione della comunità, permettono il conseguimento del fondamentale obiettivo di valorizzare il proprio territorio insieme ai suoi talenti, credendo fermamente che la ricchezza del primo tragga origine dal solco indicato dalle tradizioni e che proprio in quel solco vadano buttati i semi per un grande futuro.

Autore articolo: Paolo Piccione

“Ti la Mmaculata, la prima firsurata”. Si dice così, a Maruggio, per indicare la prima frittura di “pettole” del periodo natalizio che si apre proprio con la festa dell’Immacolata.
E “Aspettando l’Immacolata” è il conviviale appuntamento che per il quarto anno consecutivo si rinnova nel rione Macchitedda a cura dell’omonima e solerte associazione.

Sempre nel solco del recupero e della valorizzazione delle tradizioni più autentiche, infatti, l’associazione chiama a raccolta intorno al falò allestito dagli stessi abitanti del quartiere che hanno donato fascine e legna. Intorno al tepore del fuoco ha così inizio, intorno alle 18.30, la festa verace e allegra resa saporita dalla fragranti “pettole” ma anche da polpette e baccalà fritto. Non manca l’ottimo vino locale, caldo per l’occasione, e i dolci preparati dalle signore della Macchitedda.

Mentre si gustano le specialità della festa si può passeggiare tra le bancarelle degli artigiani e artisti locali o lasciarsi andare alle danze con le selezioni di dj Dario Cascarano.

Nel corso della serata, organizzata in collaborazione con la Pro Loco e l’associazione Play your Place, si decretano anche i vincitori del primo concorso di scrittura creativa “Come quintali di scontrini fiscali furono arsi vivi dallo spirito natalizio”.

Fonte: “quiSalento”, 1-15 Dicembre 2016

Per il quarto anno consecutivo, Sabato 3 Dicembre 2016 a partire dalle ore 18.30 l’Associazione “La Macchitedda” presso il rione omonimo di Maruggio (Ta) vi invita a partecipare alla calorosa festa “Aspettando l’Immacolata”.

La festa, come di consueto, sarà ricca di interessanti appuntamenti artistici e gastronomici.

Nel corso della serata saranno premiati i vincitori del primo concorso di scrittura creativa dal titolo “Come quintali di scontrini fiscali furono arsi vivi dallo spirito natalizio”, indetto dall’Associazione “La Macchitedda”.
Il concorso rivolto alle classi I,II e III degli Istituti Secondari di Primo Grado dell’Ambito 23 della provincia di Taranto, ha visto partecipare 390 alunni. I 15 finalisti, selezionati dalla giuria composta dai seguenti esperti: Prof. Pierfranco Bruni (poeta e scrittore), Avv. Giuseppe Pio Caporosso (Studioso di storia e tradizioni locale), Avv. Mary Maggi (ricercatrice storica), Dott. Tonino Filomena (scrittore e storico locale), Prof. Sisto Sammarco (scrittore), Dott. Biagio Saracino (scrittore e storico locale), saranno chiamati sul palco a ritirare i premi patrocinati dal Comune di Maruggio.
Le vincite consisteranno in 10 buoni spendibili in materiale scolastico e in 5 premi di natura libraria.

Per scaldare gli animi e i cuori, nella piazzetta del rione sarà acceso un grande falò, composto da fascine di legna e tronchi d’albero donate dai residenti, e non solo, del quartiere.

Anticamente si soleva dire: “ti la Mmaculata, la prima firsurata” in riferimento alla tradizionale preparazione delle famose frittelle di pasta che venivano assaporate a partire dalla Vigilia dell’Immacolata. Pertanto, per onorare tale tradizione, le brave casalinghe del rione prepareranno le gustose “pettole”.

Inoltre, per deliziare ulteriormente il palato, si potranno assaporare fumanti polpette e baccalà fritto, e i deliziosi dolci confezionati dalle donne del quartiere. Infine, sarà possibile riscaldarsi con dell’ottimo vino caldo.

Ad allietare, animare e “colorare” la serata con una panoramica di musica anni ’60, ’70, ’80, nonché di liscio e balli di gruppo ci penserà Dj Dario Cascarano.

A rendere ancora più interessante la festa,inoltre, ci saranno le bancarelle degli artigiani e artisti locali, presso cui si potranno scegliere interessanti gadget ed opere creative.

La festa rionale, che si avvale del patrocinio del Comune di Maruggio, è organizzata con la preziosa collaborazione della Pro Loco di Maruggio e dell’Associazione “Play yourPlace” .
Vi aspettiamo.

Il presidente dell’Ass.ne “La Macchitedda”
Silvia Prontera

La prima edizione del concorso di scrittura creativa, indetto dall’Associazione Culturale “La Macchitedda” in collaborazione con l’A.P.S. “Play your Place” e con il patrocinio del Comune di Maruggio (Ta), sta riscuotendo un entusiasmo ed una partecipazione – da parte degli alunni e dei loro docenti – ben più ampia delle iniziali aspettative. Infatti, tantissimi sono gli elaborati pervenuti al comitato organizzatore.

Il bando, rivolto ai ragazzi delle classi prime, seconde e terze degli Istituti Secondari di Primo Grado dell’Ambito 23 della Provincia di Taranto, ha visto i giovani cimentarsi nella composizione di filastrocche, poesie, ritornelli e scioglilingua, ispirati dall’originalità di una tema la cui impostazione letterale sovverte le normali prospettive di “osservazione” e riflessione.

“Come quintali di scontrini fiscali furono arsi vivi dallo spirito natalizio”: questo è il titolo che ha portato i ragazzi a riflettere e interrogarsi se davvero il consumismo ha fagocitato quelli che sono i veri, genuini e tradizionali valori dello spirito natalizio, legato alla valorizzazione degli affetti, della condivisione, della solidarietà e dello stare insieme.

Gli obiettivi che l’associazione organizzatrice si è prefissata sono i seguenti: da una parte avvicinare e appassionare i ragazzi alla lettura e alla scrittura facendo emergere le loro potenzialità creative; dall’altro, partendo da temi apparentemente usuali come il Natale e il tanto stigmatizzato consumismo, favorire la riflessione e sviluppare un pensiero critico.

Gli elaborati verranno valutati da una giuria composta dai seguenti esperti: Prof. Pierfranco Bruni (poeta e scrittore), Avv. Giuseppe Pio Caporosso (Studioso di storia e tradizioni locale), Avv. Mary Maggi (ricercatrice storica), Dott. Tonino Filomena (scrittore e storico locale), Prof. Sisto Sammarco (scrittore), Dott. Biagio Saracino (scrittore e storico locale).

I primi 15 elaborati saranno premiati durante la quarta edizione della festa “Aspettando l’Immacolata” che si terrà a Maruggio il prossimo 3 Dicembre 2016 nel rione “Macchitedda”, a partire dalle 18.30.

L’Associazione omonima – fortemente impegnata nel sociale tramite le feste rionali, le numerose iniziative di beneficenza e di carattere didattico, come l’attuale concorso di scrittura creativa – persegue il fine primario di far crescere il territorio insieme ai suoi talenti.

In una dimensione più intima – ma ugualmente calorosa ed accogliente – si è svolta il 24 Agosto la “Festa di fine Estate alla Macchitedda”, una festa rionale ideata e organizzata da decine di residenti dell’omonima zona di Maruggio (Ta).
Un’idea che raccoglie idealmente il testimone da altre feste rionali organizzate negli scorsi anni (“Lu Pizzulu”, “Alla Mantagna”, “Sobbra all’Aria”), ma che trae spunto da un’usanza ancora più remota: lo stare insieme al vicinato – per strada – a godersi il fresco serale dopo l’afa estiva, a discutere del più e del meno, a strimpellare accordi, a divertirsi con gli amici con semplici giochi e sfide.

Una tradizione che persiste ancora nelle vie del nostro paese, e che custodisce l’autenticità dei buoni rapporti e dello spirito solidaristico.

Seppur amareggiati per la tragedia che ha afflitto – poche ore prima – le popolazioni colpite dal terremoto nel Centro Italia, l’Associazione “La Macchitedda” – non nuova a queste azioni benefiche – ha deciso di destinare parte del ricavato della serata per aiutare le popolazioni colpite dal sisma.

Inoltre il noto vignettista Paolo Piccione – di cui sono stati esposti numerosi lavori grafici – si è subito messo a disposizione di quanti vorranno farsi fare una caricatura, mettendo al servizio della solidarietà la sua arte: il ricavato delle offerte raccolte sarà totalmente devoluto al fondo per l’emergenza.

Per far rivivere l’atmosfera familiare che si respira nelle sere d’estate maruggesi, l’Associazione “La Macchitedda” – Social Street ha organizzato una serata con diversi momenti.

L’affiatatissimo gruppo delle casalinghe del quartiere ha preparato gustosi e profumati piatti di frittura di pesce, letteralmente andati a ruba. E gli astanti hanno potuto assaporare la ormai famosa “chiura” maruggese, semplice disco di pasta fritta, piegato a fazzoletto e ripieno di salumi o verdure grigliate. Il tutto innaffiato da un ottimo vino rosso e rosato, di una cantina locale.

Sulla piazzetta del rione, numerosi stand di artigiani locali: collanine, statue di cartapesta, bonsai, riproduzioni di trulli, opere d’arte e oggetti di terracotta. Insomma, tutto quello che la fantasia e il saper fare possono ispirare.

Grazie all’impegno di Chiara Albanese, Alessia Zaccaria, Elisa Di Nola, Deva Peluso, Salvatore Carrozzo, Danilo Chiego e Daniele Prontera, tanti bambini si sono divertiti giocando a “campanone”, tiro alla fune, corsa coi sacchi, sgambettando per strada come si faceva una volta.

Oltre ad una ricca selezione di illustrazioni dell’acuto Paolo Piccione, è stata allestita la mostra “Viaggio fotografico in fondo al mare”, con le meravigliose immagini scattare dalla fotografa tarantina Rossella Baldacconi, che descrivono i fondali di Campomarino. Una mostra che ha riscosso un successo inaspettato, e già collocata per circa dieci giorni nel chiostro dell’ex Convento e poi nel Giardino di Palazzo Caniglia, nell’ambito de “La Strada dei Saperi e dei Sapori”.

Non poteva mancare l’intrattenimento musicale, a cura dei coinvolgenti “TopArt – Professione Musica”, che hanno saputo creare un’atmosfera magica, a suon di swing, jazz, balli di gruppo e pizzica.
“Guest star” della serata il nostro Gianfranco Valentini, che si è esibito con un repertorio inedito!

In data 8 Settembre 2016,  il ricavato delle offerte delle vignette di Paolo Piccione (cui si è aggiunto ad un altro significativo contributo da parte dei soci dell’Associazione “La Macchitedda”) è stato destinato alla Caritas Italiana, per un ammontare di 400,00 euro.
GRAZIE a tutte le persone di cuore che hanno voluto contribuire a questa iniziativa!

L’evento è stato realizzato in collaborazione con la “Pro Loco” e l’A.P.S. “Play your Place”, con il patrocinio del Comune di Maruggio.

Torna l’immancabile appuntamento con la “Festa di fine Estate alla Macchitedda”, la più attesa festa rionale di Maruggio che si svolge, appunto, nel popoloso ed operoso rione de “La Macchitedda”.

Sono anni, ormai, che gli abitanti del quartiere si prodigano nell’organizzazione di momenti ludici, solidali ed enogastronomici, con l’obiettivo di mantenere viva l’atmosfera che si respirava – fino a qualche tempo fa – nelle strade del paese, dove la sera i vicini di casa si riunivano agli angoli (“li pizzuli”) per chiacchierare, scambiarsi provviste, raccontare storie ai più piccoli e accordargli il permesso di giocare con gli amici.

Un modo di stare insieme autentico che l’Associazione “La Macchitedda” (che riunisce decine di residenti del rione) intende far sperimentare anche ai numerosi turisti presenti sul territorio.

Come sempre, il programma è ricco di esperienze diversificate, per accontentare tutti i gusti e gli interessi.

Per l’edizione 2016, le mani esperte della casalinghe del quartiere prepareranno ricche fritture di pesce e la caratteristica “chiura”, semplice “street food” da condire in tanti modi diversi. Non mancheranno il buon vino locale, la birra e la frutta fresca.

Spazio anche per la creatività con il mercatino artigianale.

Anche quest’anno, grazie alla disponibilità di volontari del settore, verranno organizzati i tradizionali giochi di strada di una volta, che appassionano grandi e piccini: il “campanone”, le gare di corsa coi sacchi, di tiro alla fune ed altri passatempi semplici e divertenti.

Per chi vuole ancora sgranchirsi le gambe e muovere il corpo, i bravissimi “TopArt – Professione Musica” allieteranno i presenti con il loro esilarante spettacolo musicale.

Quest’anno “La Macchitedda” ospiterà due mostre artistiche: quella di illustrazioni satiriche di Paolo Piccione, conosciutissimo e acuto vignettista, e la mostra “Viaggio fotografico in fondo al mare” con le splendide immagini dei fondali di Campomarino, scattate dalla brava Rossella Baldacconi.

Insomma: alla “Festa di fine Estate alla Macchitedda” ce n’è per tutti i gusti e tutte le età!

L’evento è in collaborazione con la “Pro Loco” e l’A.P.S. “Play your Place”, realizzato con il patrocinio del Comune di Maruggio.

Domenica 3 luglio 2016 a partire dalle ore 20.00 in Via Bonafede, presso il rione “Macchitedda” di Maruggio (TA), per la terza estate consecutiva l’Associazione “La Macchitedda” organizza la folcloristica festa di “Inizio Estate alla Macchitedda”.

La serata, come di consueto, sarà ricca di interessanti appuntamenti artistici e gastronomici.

Tra questi, ampio spazio sarà dato all’estro artistico dei ragazzi dall’Istituto Comprensivo “Del Bene” di Maruggio che proporranno due divertenti e scoppiettanti musical.
I primi ad esibirsi saranno gli alunni delle classi prime e seconde della scuola secondaria di primo grado, che allieteranno i presenti con lo spettacolo Mary Poppins, già portato in scena presso il Teatro Mascagni di Chiusi nell’ambito del concorso “Ragazzi in gamba”.
Le classi terze, invece, intratterranno il pubblico con lo spettacolo The Blues Brothers. Gli stessi ragazzi sono stati i protagonisti di un’indimenticabile avventura vissuta lo scorso maggio, avendo portato in scena il medesimo spettacolo sul prestigioso palco del Teatro Ariston di Sanremo durante il Global Education festival. Nell’occasione, grazie alle loro capacità, hanno conquistato la “medaglia d’argento”, essendosi classificati secondi su ben 125 scuole provenienti da ogni parte d’Italia.

Entrambi gli spettacoli sono stati curati e diretti dalla Prof.ssa Giusy Mezzano la quale, con grande maestria e riuscita a trasmettere ai ragazzi la sua passione e la sua professionalità.

Dopo l’esibizione dei ragazzi, sarà il turno del duo “Revival Gruppo Duemila”, che continuerà ad animare e “colorare” la serata con una panoramica di musica anni ’60, ’70, ’80, nonché di liscio e balli di gruppo.

Naturalmente non mancherà la parte gastronomica tanto gradita ed apprezzata dal pubblico. Infatti si potranno assaporare i tradizionali “pezzuri” maruggesi insieme a gustosissime crocchette di riso. Il tutto sorseggiando dell’ottimo e genuino vino locale.

Lo spirito con cui l’Associazione “La Macchitedda” propone questo evento è duplice: da una parte quello di portare materialmente la festa sotto casa degli abitanti del rione, dando la possibilità di prendevi parte anche a coloro che per l’età, condizioni fisiche o per gli impegni, difficilmente si recherebbero in altri contesti; dall’altra la convinzione che la commistione di svariati “ingredienti” e soggetti della società civile – ragazzi, gente matura, scuola, tradizioni, spettacoli, musica e cucina – possa costituire un attraente e inconsueto connubio tra passato e presente in grado di arricchire tutti.

La festa rionale, che si avvale del patrocinio del Comune di Maruggio, è organizzata con la preziosa collaborazione della Pro Loco di Maruggio e dell’Associazione “Play your Place”.

Vi aspettiamo.

Silvia Prontera - Presidente dell’Ass.ne “La Macchidetta”

« Older entries