partecipazione

You are currently browsing the archive for the partecipazione category.

L’Associazione “Ecomuseo del Paesaggio delle Serre di Neviano” e l’Assessorato alla Cultura del Comune di Neviano (Le), in occasione dei festeggiamenti civili della Madonna della Neve e allo scopo di far rivivere l’antica tradizione delle luminarie artigianali ed artistiche che per tanti anni hanno caratterizzato le vie di Neviano, in occasione della novena, con la loro magia di forme, luci e colori, organizzano l’ottava edizione del concorso “ADDOBBA E ILLUMINA NELLA TRADIZIONE LA TUA NEVIANO”.

Le forme e le dimensioni possono essere varie (stelle, barche, caravelle, torri, lampioni, edicole votive…). I materiali utilizzati: spago, canne, filo di ferro, carta velina e… arte e fantasia!

I lavori saranno valutati ad insindacabile giudizio di una giuria qualificata il 3 AGOSTO 2017 e premiati la sera del 6 AGOSTO 2017 in PIAZZA CONCORDIA.

Ai primi tre classificati sarà consegnata una coppa.

Per informazioni e per iscriversi al concorso contattare il num. 333.5359193

Di Little Free Library se ne sente parlare molto, da tanti sono considerate modelli positivi a livello locale, ed è per questo motivo che riscuotono tanto successo.
Le Little Free Libraries sono spazi culturali restituiti al territorio e a chi lo vive ogni giorno e – al tempo stesso - spazi di aggregazione e condivisione dove i momenti di incontro e socialità rendono lo spazio pubblico più vivibile e, quindi, più attraente e frequentato.

Sabato 24 Giugno a Campomarino di Maruggio – grazie alla disponibilità dei proprietari di alcuni chioschi collocati in spazi verdi pubblici – sono state inaugurate le prime due casette dei libri, alla presenza della “pioniera” di queste iniziative nel Salento: Paola Bisconti, book blogger già ospite – il 20 Maggio scorso – della nostra Biblioteca Comunale per la presentazione del suo libro “Sulle strade dei libri”, curata dell’A.P.S. “Play your Place”.

Le Little Free Libraries sono colorate e ben distinguibili casette di legno in cui i libri possono essere presi e depositati da chiunque, per condividerli. La regola fondamentale per far funzionare il tutto, è “libro che prendi, libro che doni” (“Take a book. Return a book”).

Ognuno può consultare la raccolta di libri che esse contengono, scegliere il libro che più lo incuriosisce, prenderlo e leggerlo seduto su una panchina, portarlo a casa gratuitamente, a patto che lo sostituisca con un altro, magari già letto e che si intende mettere a disposizione degli altri.

L’obiettivo principale non è solo quello di promuovere la lettura, ma anche rafforzare lo spirito di Comunità. Le piccole biblioteche libere, infatti, riuniscono le persone che condividono l’amore per la lettura, attraverso lo scambio gratuito di libri. L’idea vincente sta nell’avvicinare abitanti e passanti attorno ad un centro di aggregazione, rendendo così più unite le Comunità.

Non a caso, le LFL vengono installate vicino a piste ciclabili o in spazi di verde comune, alle fermate degli autobus, fuori da caffetterie o nei cortili di abitazioni private: ovunque siano localizzate, i cittadini ne sono entusiasti, i bambini trovano un modo per avvicinarsi alla lettura, i grandi hanno l’opportunità di donare libri e conoscersi meglio.

Con le Little Free Libraries il concetto di biblioteca sembra reinventarsi: non più lontana e in posizione centrale (e spesso inaccessibile), ma diffusa e a portata di tutti.

Le due cose non si escludono a vicenda, ma si completano con modalità di accesso e fruibilità differenti, ma sempre con il medesimo obiettivo: il libero accesso ai libri, la cultura diffusa e la partecipazione attiva sembrano essere una ricetta perfetta per diffondere la cultura della lettura e avvicinare quanti più lettori possibili.

Le Little Free Libraries fresche di inaugurazione (e di benedizione, a cura di Don Angelo Micocci, parroco di Campomarino) sono state commissionate ed offerte alla Comunità maruggese dalle seguenti attività: per quella situate nel parco pubblico (ex Seminario Vescovile) si ringraziano i gestori della “Pizzeria d’asporto da Giovanna” – Pizza al taglio Panzerotti, “Casa Mia” – Gelateria Caffetteria Frutteria e “Blanco Grill” – Meet Wine & Food; per quella installata in Piazza Tahon de Revel, si ringrazia “La Pinetina” – Caffetteria Paninoteca.

Grazie anche alla Consigliera delegata per il Turismo del Comune di Maruggio – dott.ssa Tiziana Destratis – che, accogliendo con favore l’iniziativa, ha curato il coordinamento tra i commercianti.

Il G.A.L. “Terre del Primitivo”, comunica che si possono presentare le domande (scadenza 31 luglio 2017) di sostegno per la “Creazione nuove forme di cooperazione per sviluppo e/o commercializzazione servizi turistici”.

L’avviso ha l’obiettivo di selezionare proposte finalizzate alla progettazione e promozione di pacchetti turistici per valorizzare e diversificare l’offerta turistica specializzata tarata su un’analisi dei fabbisogni e delle esigenze delle aree rurali di riferimento, sostenere la destagionalizzazione e innalzare il livello quali/quantitativo dell’offerta turistica.
Inoltre ha come obiettivo la valorizzazione e la riscoperta in chiave multifunzionale e turistica di aree ricadenti nel territorio regionale, spesso al di fuori dei tradizionali circuiti vacanzieri e della stagione estiva.

Gli interventi ammissibili sono:

- Progettazione, realizzazione e promozione di pacchetti turistici “enogastronomici” con lo scopo di attuare una promozione turistica delle specifiche aree rurali che valorizzino anche i prodotti tipici della enogastronomia regionale;

- Progettazione, realizzazione e promozione di pacchetti turistici “slow travel” (turismo lento). Tali itinerari devono svilupparsi in ambito rurale e dovranno essere percorribili con mezzi di trasporto alternativi finalizzati alla valorizzazione del patrimonio naturalistico regionale, (es. promozione di pacchetti cicloturistici, pacchetti trekking, pacchetti turismo equestre o altro in forma anche combinata);

- Progettazione, realizzazione e promozione di pacchetti turistici “cultura e tradizioni” incentrati sui temi delle tradizioni locali e della cultura popolare, nonché del patrimonio archeologico e architettonico rurale.

Le tipologie di interventi sopra descritti possono anche essere combinati fra di loro.

Il soggetto beneficiario è il raggruppamento formato da almeno due microimprese. Le microimprese aderenti dovranno essere operatori del settore agricolo, della filiera alimentare nell’Unione, nonché di altri settori che contribuiscono alla realizzazione degli obiettivi dell’Operazione 16.3.2 e delle priorità della politica di sviluppo rurale.

Il G.A.L. “Terre del Primitivo” è disposto a fornire la propria assistenza tecnica in tutte le fasi della progettazione a tutti gli interessati e, a tal fine, terrà a breve un incontro presso la propria sede in Via L. Omodei, 28 a Manduria.

> Visita il sito del GAL “Terre del Primitivo” e scarica i documenti del bando

Il successo del movimento culturale americano, Little Free Library, approdato nel Salento da oltre quattro anni sembra inarrestabile. Continuano le installazioni delle colorate e graziose mini biblioteche nel territorio pugliese dove Paola Bisconti, pioniera dell’iniziativa nel Sud Italia, opera da diverso tempo diffondendo un’iniziativa paragonabile a una vera e propria rivoluzione culturale.

Sabato 24 giugno sarà la volta di Campomarino, frazione di Maruggio e nota località turistica per i bagnanti del territorio e dei turisti che ogni anno durante la stagione estiva scelgono questa meta per la bellezza delle spiagge e del mare che le lambisce.

Tra i vari servizi a loro rivolti per beneficiare di una piacevole vacanza a breve sarà possibile usufruire anche di quello libraio grazie al montaggio di una casetta dei libri che sarà inaugurata alle ore 19:00 nel parco pubblico, nei pressi dell’ex seminario vescovile, grazie ai gestori della “Pizzeria d’asporto da Giovanna” – Pizza al taglio Panzerotti, “Casa Mia” – Gelateria Caffetteria Frutteria e “Blanco Grill” – Meet Wine & Food.

Sempre nella serata di sabato 24 giugno seguirà una seconda inaugurazione prevista per le ore 20:00 in Piazza Tahon de Revel dove sorgerà la Little Free Library voluta dai proprietari de “La Pinetina” – Caffetteria Paninoteca.

Gli appuntamenti patrocinati dal Comune di Maruggio si sono resi possibili grazie alla collaborazione della Consigliera delegata al Turismo – dott.ssa Tiziana Destratis -  e con l’A.P.S. “Play your Place” di Maruggio – nella figura dell’arch. Aldo Summa – che tanto si sono prodigati per la concretizzazione di un progetto che mira a sensibilizzare la comunità al piacere della lettura e a riscoprire il potere aggregante dei libri.

Le mini biblioteche sapientemente costruite da Manuele Babila saranno a completa disposizione dei cittadini che gratuitamente potranno consultare e/o prendere in prestito i libri presenti nelle casette il cui funzionamento dettagliato, la storia e gli obiettivi saranno illustrati da Paola Bisconti che concluderà i due incontri con un momento di lettura animata rivolta ai presenti.

> Leggi l’articolo “Sulle strade dei libri. Viaggio nei mondi della lettura”: presentazione del libro di Paola Bisconti, Sabato 20 Maggio presso la Biblioteca Comunale di Maruggio (Ta)”

> Leggi l’articolo “Le Little Free Libraries sulle spiagge e nelle piazze del Salento”

> Leggi l’articolo “Little Free Library: la biblioteca diffusa che promuove la cultura e il senso di comunità. Cos’è e come funziona”

Una giornata dedicata al patrimonio paesaggistico dei muretti a secco raccontato dal noto architetto torinese Donatella Murtas, ideatrice e coordinatrice dell’Ecomuseo dei Terrazzamenti e della Vite di Cortemilia (Cuneo), oggi coordinatrice dell’Alleanza Mondiale per il Paesaggio Terrazzato – Sezione Italiana. 

Nel corso dell’iniziativa in programma per Venerdì 16 Giugno alle ore 17,30 presso il Castello di Andrano (Le) sarà presentato il suo libro:“Pietra su pietra”, realizzato nell’ambito del progetto di cooperazione per la costituzione di una rete ecomuseale per la gestione dei propri paesaggi. Una guida pratica e divulgativa alla costruzione, alla manutenzione e al recupero delle costruzioni a secco, perché chi vive il paesaggio possa continuare o tornare a prendersi cura della propria architettura di pietra. Con l’autrice dialogheranno i maestri paretali salentini.

Dopo i saluti del Presidente del Parco Regionale Naturale Costa Otranto – S. Maria di Leuca e Bosco di Tricase, ing. Nicola Panico, interverranno Loredana Capone, Assessore all’Industria Turistica e Culturale della Regione Puglia; Maria Piccarreta – Soprintendente Archeologia, Belle Arti e Paesaggio delle Province di Brindisi, Lecce e Taranto e Loredana Magurano – La.Ar.Pa. s.r.l. – Laboratorio di Architettura del Paesaggio.

Nella seconda parte del pomeriggio sarà proiettato il video “Costruire in pietra a secco”, un lavoro sui costruttori a secco nel mondo, realizzato dalla stessa Murtas assieme ad altri colleghi europei all’interno del Lifelong Learning Programme dell’Unione Europea (Leonardo Project).

In questa occasione sarà lanciato il concorso fotografico a premi “Uno scatto per il paesaggio”, i cui lavori verranno presentati con una mostra fotografica presso il Castello di Andrano e itinerante negli altri Comuni del Parco.

L’incontro del 16 Giugno è organizzato nell’ambito del programma delle attività culturali per il triennio 2016-2018 promosso della Regione Puglia, LA.AR.PA. s.r.l. – Laboratorio di Architettura del Paesaggio in collaborazione con il Parco Regionale Naturale Costa Otranto – S. Maria di Leuca e Bosco di Tricase.

Sabato 10-06-2017, Maruggio, Piazza San Giovanni ore 18.30.
Ci s’incontra con gli amici di Play your Place, altri amici si uniscono a noi, e così inizia la nostra passeggiata che si svolgerà in parte con l’ausilio della luce del giorno e in parte, si spera viste le nuvole che coprono quasi totalmente il cielo, con la luce della Luna che è quasi piena.

Ci dirigiamo per una stradina di campagna verso la zona della Maviglia, prendiamo un tratturo tra due muri a secco, e ci introduciamo così in quello che pare un parco di alberi monumentali, tanti ulivi ultrasecolari a perdita d’occhio, dalle forme più suggestive e dai tronchi immensi, in una atmosfera rilassante che ci rapisce e ci accompagna alla scoperta di muri a secco, trulli, casodde e tranquillità fino a perdersi… magicamente.

Alla fine di questo parco meraviglioso, vediamo a distanza la Masseria Maviglia, mastodontica e particolare, entriamo dallo strano portale che ci introduce in quello che era il giardino, con i suoi alti alberi su una altura che domina fino al mare. Scendiamo fino a passare davanti all’entrata principale, vediamo la bella colombaia circolare, nell’altro giardino.

Ci allontaniamo ormai al tramonto, che ci regala l’ultima vista fantastica, immaginiamo quel posto quando era vissuto, dagli uomini al lavoro, dagli animali, un altro mondo a noi ormai lontano.

Attraversiamo il piccolo boschetto di lecci, il tempo di passare dai trulli gemelli, e via, verso il Monaco Mirante, qui la chiesetta dedicata alla Madonna di Guadalupe, un piccolo borgo di abitazioni che fanno da cornice alla masseria, e le casette dei pescatori ormai semi crollate e in totale abbandono.

Arriviamo così sulle dune, la Luna fa capolino su di un mare calmo ed invitante, ce lo godiamo per un po’, qualcuno non vuole più ripartire, ma è tempo di andare.

Ci dirigiamo verso Campomarino dove, sotto la pinetina, ci aspettano un panzerotto e una bella birra ghiacciata, anche questa è TerrA NostrA … E come al solito… appuntamento alla prossima in TerrA NostrA !!!

Autore articolo: Piero Melchiorre – A.S.D. “Terra Nostra”

L’Istituto Italiano di Architettura - col coordinamento dell’Ordine degli Architetti P.P.C. della Provincia di Taranto e il patrocinio del Comune di Maruggio – ha organizzato l’evento “SALENTO SUMMER SCHOOL 2017”, un workshop di progettazione destinato a professionisti italiani e stranieri, finalizzato all’acquisizione degli strumenti della progettazione architettonica in rapporto al paesaggio dell’abbandono.

In forma diffusa e pulviscolare, lungo la sottile linea di margine compressa tra la città lineare costiera e il mosaico agricolo interno, “sopravvive” una costellazione di lacerti edilizi abbandonati, le “casodde”, vere e proprie unità minime abitative, utilizzate nel secolo scorso dai contadini come forme temporanee dell’abitare durante i periodi di lavoro nei campi. Si intende esplorare attraverso il progetto la riscrittura di questi “testi interrotti” proponendo nuove forme radicali dell’abitare temporaneo legate al turismo diffuso nel paesaggio. Una “espansione di campo” dell’existenzminimum modernista.

Una settimana di lavoro intensivo ai tavoli di progettazione dalle ore 09:00 alle ore 19:00, e Lectures e Conversation serali dalle ore 20:00 in poi.

L’evento si svolgerà da Domenica 4 a Domenica 11 giugno 2017 presso la “Masseria Pepe” – ubicata sulla Strada Provinciale 131 di Maruggio – il luogo ideale dove vivere assieme, progettare e dibattere teoricamente in serrata dialettica con i critici, i teorici e gli architetti di fama nazionale ed internazionale invitati.

La scelta di Maruggio come sede della “Summer School” è stata fortemente voluta dall’arch. Fabio Alessandro Fusco, principale organizzatore dell’evento, professore di Progettazione Architettonica presso Politecnico di Milano e la Facoltà di Architettura di Genova.

Nel ricco programma è previsto anche il coinvolgimento attivo di professionisti locali.

Lunedì 5 Giugno, dopo la visita ai luoghi del progetto (“Maviglia Cluster”), nel corso dell’Open Lecture delle 14.00 l’arch. Aldo Summa introdurrà il tema: “Forme minime dell’abitare temporaneo”.

Venerdì 9 Giugno, invece, l’Open Lecture delle 20.00 sarà incentrato sul dibattito teorico: “Forma vs Realtà”, a cura dell’arch. Gabriella Verardi, con la presenza del Sindaco del Comune di Maruggio, dott. Alfredo Longo.

> Visita il sito della “Salento Summer School 2017”

Scarica il programma della “Salento Summer School 2017”

« Older entries