Per il secondo anno consecutivo, Domenica 11 Ottobre torna a Maruggio (Ta) la “Giornata del Camminare”

Domenica 11 Ottobre 2015 si terrà in tutta Italia la quarta “Giornata del Camminare”, organizzata da FederTrek con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare.

L’iniziativa si pone l’obiettivo di sensibilizzare i cittadini e le istituzioni sui temi della qualità della vita dell’ambiente, la riduzione delle emissioni inquinanti e una rinnovata consapevolezza della necessità di tornare a prenderci cura del nostro paesaggio. Obiettivi che si possono raggiungere anche attraverso la promozione di nuovi stili di vita: camminare è un gesto naturale e spontaneo in grado di apportare non solo benefici psico-fisici alla salute delle persone, ma anche e soprattutto all’ambiente in cui si vive.

Camminare, inoltre, permette di riscoprire e valorizzare le bellezze dei nostri centri e delle nostre campagne, ricchi di monumenti e angoli suggestivi, e aiuta a rinnovare il legame affettivo e di appartenenza con il tessuto urbano, rurale e sociale.

Si cammina per diletto, per curiosità, per benessere, ma ci si mette in cammino anche per necessità. Mai – come in questo periodo – il cammino rappresenta anche l’unico modo per tanti uomini, donne e bambini di fuggire da qualcosa di doloroso e cercare di trovare fortuna altrove. Gli esodi di massa cui stiamo assistendo in questi mesi ci fanno riflettere anche su un altro modo di andare, a piedi.

Nelle edizioni precedenti moltissimi sono stati i Comuni, le associazioni e i gruppi di cittadini che hanno organizzato e partecipato alle passeggiate o ai percorsi guidati.

Per il secondo anno consecutivo, le associazioni “Terra Nostra” di Sava e “Play your Place. Il luogo in gioco” di Maruggio aderiscono all’iniziativa organizzando una passeggiata alla scoperta del paesaggio locale, mediante un momento di sensibilizzazione sull’importanza del camminare come forma di mobilità sostenibile.

Quest’anno il percorso raggiungerà le zone rurali di “Castigno” e di “Olivaro”, attraversando la campagna in mezzo ad uliveti, muretti a secco, trulli e raggiungendo le antiche contrade presso le quali sono stati rinvenuti, in passato, dei reperti archeologici.

Gli amici dell’associazione “Terra Nostra” accompagneranno tutti coloro che vorranno trascorrere la mattinata in modo salutare e curioso, alla scoperta di un paesaggio talvolta sconosciuto; le guide esperte dell’A.P.S. “Play your Place. Il luogo in gioco”, invece, illustreranno gli aspetti riguardanti la storia, le tecniche e l’architettura dei tanti manufatti che si incontreranno durante l’itinerario proposto.

Alla fine della passeggiata sarà offerto a tutti i partecipanti un gustoso rinfresco con i prodotti dell’Azienda Agricola “Olivaro” presso la Masseria “Le Fabriche”.

Il percorso è lungo circa 6 km e non presenta particolari difficoltà ed è adatto a tutti quanti, bambini compresi.

Non è previsto alcun costo per i partecipanti. Si prega di automunirsi di cappellino per ripararsi dal sole, di generi di prima necessità e di acqua a sufficienza.

L’appuntamento, quindi, è per Domenica 11 Ottobre 2015 alle ore 8.30. Il punto di ritrovo è presso il piazzale antistante il Municipio di Maruggio (Ta), presso l’ex Convento dei Frati Minori Osservanti. Si parte alle ore 9.00 in punto!
Vi aspettiamo numerosi!

Per INFORMAZIONI: playourplace@gmail.com

Piero Melchiorre: 329.6916914

Aldo Summa : 349.1971486

È gradita, ma non obbligatoria, la prenotazione.

Si ringrazia il Comune di Maruggio per il patrocinio, la Misericordia Protezione Civile di Maruggio per la gentile collaborazione e ENDAS – Ente Nazionale Democratico di Azione Sociale. Un sentito grazie anche ai produttori locali e agli operatori dell’accoglienza per aver sostenuto l’iniziativa.

> Visita il sito “Giornata Nazionale del Camminare”

 > Leggi l’articolo “Il 12 Ottobre 2014 tutti a piedi per la “Giornata del Camminare” a Maruggio (Ta)”

Racconto della seconda escursione guidata sulle Dune di Campomarino. Le parole di Piero e le altre foto di Ada

Venerdì 24 luglio 2015. Secondo appuntamento con “Scopri le Dune” di Campomarino, in collaborazione con l’A.P.S. Play your Place di Maruggio.

Il caldo si fa sentire ma il vento di scirocco e qualche nuvola di passaggio fanno si che il cammino sia meno pesante …
Iniziamo come al solito dalla Torre dei Molini in Piazzale Italia a Campomarino in compagnia di alcuni amici venuti da Taranto e dal nord, la funzione delle Torri costiere e una piccola spiegazione sulle Dune e sulla costa che ci aspetta, fanno da premessa al cammino vero e proprio.
Dopo un breve tratto sulla strada principale, ci inoltriamo in un percorso già segnato e caratterizzato da passerelle e passamano in legno, già si iniziano a sentire i profumi del timo e del rosmarino che sono predominanti … i colori delle piante con l’azzurro del cielo e il verde del mare nei loro contrasti e fusione incorniciano un paesaggio che difficilmente si può trovare altrove.

Tutto questo accompagnato dalle narrazioni e spiegazioni del preparato e bravo Aldo Summa che ci illustra le varie specie botaniche presenti in questo meraviglioso mondo delle dune e ci fa scoprire essenze che abbiamo sempre “guardato” senza mai “vederle” !!!
Grazie alla loro esposizione perfettamente a sud hanno sviluppato una rigogliosa macchia mediterranea (ginepri, come arbusti di ginepro coccolone e fenicio e in forma arborea e, nelle parti più degradate, gariga a timo e elicriso. Nelle rupi a picco sul mare si trova anche il finocchio marino).

Alcune piante, come il Giglio di Mare che in questo periodo è quasi appassito totalmente, se ne trovano di rado ed è una gioia scoprirne qualcuna e osservarla in tutta la sua bellezza, altre invece inizieranno a fiorire in autunno, altre ancora fioriscono in primavera e quindi le dune sono vive tutto l’anno e vale la pena guardarle anche in periodi che non sono prettamente caldi e affollati come questo …

Si continua a camminare anche oltre il sentiero segnato alla scoperta di altre piante senza trascurare la base dove tutto questo poggia, le Dune … le rocce stratificate della falesia

E dopo tanto camminare e osservare è arrivata l’ora di tornare indietro, abbandoniamo le dune e per un sentiero in mezzo alle campagne dove tutto ha un colore diverso ma altrettanto intrigante, facciamo ritorno verso il centro di Campomarino la dove la nostra passeggiata ha avuto inizio …
E un arrivederci alla prossima del 7 agosto

Sfoglia e scarica il secondo album fotografico di Ada Gioia sull’escursione guidata sulle Dune di Campomarino

Autore: Piero Melchiorre – A.S.D. “Terra Nostra”

> Leggi l’articolo “Racconto della prima escursione guidata sulle Dune di Campomarino. Le parole di Katia e le foto di Ada”

> Leggi l’articolo “I Venerdì pomeriggio d’estate: escursioni guidate sulle Dune di Campomarino, a cura di “Play your Place” e “Terra Nostra”

Attraversando le Serre Salentine di Neviano e Tuglie. Foto e cronaca della camminata dell’A.S.D. “Terra Nostra”

Oggi 24 maggio 2015 è un giorno dedicato alla cultura contadina nelle Serre Salentine.
Il sole risplende già sui nostri volti e il nostro cuore è pronto ad una nuova ed elettrizzante esperienza!
Il gruppo è al completo e dopo una sana colazione, siamo pronti a partire. La nostra meta è Neviano, un piccolo paese della provincia di Lecce, la particolarità del suo nome, deriva dalla presenza di numerose “neviere”, una sorta di freezer, per la conservazione della neve; da li, raggiungeremo poi la nostra prima tappa Tuglie (LE).

Il tragitto è breve e fortunatamente un lieve venticello fresco ci aiuta a sopportare il caldo di una classica e soleggiata giornata di maggio.
Giunti sul posto, ci affrettiamo a lasciare le auto per raggiungere il Palazzo Ducale dimora della nobile famiglia dei Duchi Venturi, edificato nei primi del ‘600 e successivamente convertito nel Museo della Civiltà e tradizione contadina.
Davanti ai nostri occhi si presenta una splendida e caratteristica costruzione, il colore rosso intenso ci fa comprendere in pochi istanti quello che poi andremo ad osservare. All’entrata ci attende, cordiale e sorridente, il custode che ci fa accomodare nella struttura e ci accompagna nella visita all’interno di questa. Le stanze sono ampie con soffitti altissimi e i muri bianchi sono riempiti da tantissimi oggetti della vita contadina.

Ci sono attrezzi usati per lavorare la terra (aratri a chiodo, roncule), setacci (“farnaru”), “le fische” (per confezionare la ricotta) o come un’antica macchina per fare la pasta. Ognuno di noi osserva sbigottito la vastità di oggetti, tanti….diversi…!

Di colpo… il tempo davanti ai miei occhi si ferma; la mente ritorna improvvisamente indietro, come la pellicola di un proiettore. I ricordi riaffiorano ed improvvisamente ritorno bambina. Un brivido gelido mi attraversa il corpo… e il silenzio diventa quasi assordante. Davanti ai miei occhi rivedo, mio nonno, seduto su un piccolo tronco d’albero, con la spalla curva che con abile disinvoltura intreccia la paglia per comporre un cesto… lo stesso che ora i miei occhi osservano su quei muri… Un velo di tristezza cade su di me…. è strano come un oggetto possa sconvolgere la mente e farti riflettere su come il tempo trascorre velocemente, ma che nonostante tutto le tradizioni che i nostri avi ci hanno tramandato di generazione in generazione, non si cancellino mai!

Il bisbillio dei miei compagni d’avventura, mi riporta alla realtà e i loro commenti sul passato mi riportano il sorriso, capisco che non sono stata la sola a provare quella emozione. La nostra visita continua nelle varie stanze. La cosa più bella è stata trovare, nella camera da letto, arredata in modo particolare, un telaio del ‘700 con i vari attrezzi per tessere e filare. Conclusa la visita, ci rimettiamo in cammino, la nostra prossima tappa è Macugno.

Ci addentriamo nelle immense distese di campi incolti… in cui il giallo oro e il verde sono i colori dominanti…
Lungo il cammino, il nostro sguardo viene rapito da queste sorprendi costruzioni rurali realizzate con la tecnica del muro a secco, i cosiddetti “pajari” o “furnieddi”. Ce ne sono tantissime e di diverse forme geometriche.

Il caldo diventa soffocante e la stanchezza inizia a farsi sentire, ma il luogo da raggiungere non è poi così lontano! Dopo una breve sosta per riprendere le forze, raggiungiamo finalmente il Museo del Territorio – Abbazia di S. Nicola di Macugno a Neviano (Lecce), è un insediamento bizantino che s’inerpica oltre 100 mt sul livello marino e domina l’intera vallata. Il posto è coperto di lecci e vegetazione tipica delle macchie ed è racchiuso da un muraglione medievale.

La guida, dopo la presentazione dei responsabili, inizia ad esporci in modo molto dettagliato la storia di questo magnifico luogo e ci accompagna lungo il percorso , dove sono venute alla luce numerosi ipogei e una grotta molto ampia.

Successivamente ci è stata data la possibilità, tramite alcuni maestri artigiani, di assistere alla spiegazione su argomenti come botanica, la costruzione dei cosiddetti “cannizzi” ecc… All’interno del museo, invece, si potevano ammirare gli abiti di quell’epoca, svariati oggetti per la filatura, tessitura e per lavorazione del la terra. Terminata la sosta al museo, vista la tarda ora, abbiamo ripreso la via del ritorno… Il sole pian piano si nascondeva dietro questi alberi maestosi e ci ricordava che la nostra meravigliosa giornata, purtroppo, volgeva al termine.

Racconto ed emozioni di: Francesca Tesò – A.S.D. “Terra Nostra” – Sava (Ta)

Guarda il book fotografico di Francesca Tesò

Domenica 1 Febbraio escursione a Maruggio e dintorni, a cura di “Arneotrekking”

Tornano a visitare il nostro splendido paesaggio gli amici dell’Associazione Sportiva Dilettantistica “Arneotrekking”.
Già due anni fa, infatti, gli appassionati camminatori esplorarono il nostro territorio rurale giungendo nel centro abitato di Maruggio, dove trovarono ad accoglierli i Tutor Diocesani dei Beni Culturali Ecclesiastici dell’A.P.S. “Play your Place” che accompagnarono il folto gruppo alla scoperta delle bellezze storico-artistiche ed architettoniche locali.

Le guide turistiche dell’A.P.S. “Play your Place” saranno liete di accompagnare nuovamente gli amici di “Arneotrekking”.
Del resto, camminare permette di riscoprire e valorizzare le bellezze dei nostri centri e delle nostre campagne, ricchi di monumenti e angoli suggestivi, e aiuta a rinnovare il legame affettivo e di appartenenza con il tessuto urbano, rurale e sociale. Proprio per questo, ad esempio, l’A.P.S. assieme all’A.S.D. “Terra Nostra” hanno voluto aderire alla “Giornata del Camminare” che si è svolta lo scorso 12 Ottobre 2014, ritenendo il camminare interessato anche un’occasione di promozione territoriale.

Per la serie di itinerari denominati “i borghi del Salento & non solo…” l’A.S.D. “Arneotrekking” propone una nuova escursione alla scoperta di alcuni dei Borghi più belli del Salento, ed esattamente quello di Maruggio.
Un viaggio tra storia e suggestioni di una terra magica. Per questa camminata, è stato scelto il territorio di Maruggio perché è un territorio ricco di fascino, storie, leggende e misteri.
Il suo fascino lo scopriremo nei suoi ulivi secolari e nelle sue caratteristiche costruzioni a secco che troveremo sparse nella campagna limitrofa. Infatti, i trulli di Maruggio sono tra i più importanti della regione e costituiscono uno dei maggiori insediamenti dopo quello della Valle d’Itria, nella zona meridionale dei territori di Manduria, Maruggio e Torricella.
La sua storia, le sue leggende ed i suoi misteri, sono legati al fatto che Maruggio divenne possedimento dei Cavalieri di Malta in seguito alla donazione del suo feudo fatta all’Ordine Gerosolimitano nel 1317 dalla vedova de Pandis. Ed inoltre nelle sue chiese e nel suo centro storico, che si potranno visitare dopo la camminata. Una camminata molto rilassante tra terra e mare.

Ritrovo dei partecipanti: Maruggio (TA) Largo Umberto I ore 09:00

Da portare con sé: Molta pazienza e tantissima voglia di camminare, scarpe da trekking, abbigliamento tecnico, bastoncini da trekking, zainetto contenente (pranzo al sacco, kit di primo soccorso, giubbino catarifrangente, una torcia), macchina fotografica.

Itinerario: naturalistico e storico-culturale, grado di difficoltà [T] (non si escludono presenza di muretti e di macchia) Km 20.

Contatti: Roberto D’Arcangelo 329 3190420

> Visita il sito dell’A.S.D. “Arneotrekking”

> Leggi l’articolo “L’escursione di Arneotrek tra le bellezze naturalistiche e storico-artistiche di Maruggio”, svoltasi nel 2012

Il 12 Ottobre 2014 tutti a piedi per la “Giornata del Camminare” a Maruggio (Ta)

Domenica 12 Ottobre 2014 si terrà in tutta Italia la terza Giornata del Camminare, organizzata da FederTrek con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare e con la partecipazione del MIUR.

Le associazioni “Terra Nostra” e “Play your Place. Il luogo in gioco” di Maruggio aderiscono all’iniziativa organizzando una passeggiata alla scoperta del paesaggio locale.

L’iniziativa si pone l’obiettivo di sensibilizzare i cittadini e le istituzioni sui temi della qualità della vita dell’ambiente, la riduzione delle emissioni inquinanti e una rinnovata consapevolezza della necessità di tornare a prenderci cura del nostro paesaggio. Obiettivi che si possono raggiungere anche attraverso la promozione di nuovi stili di vita: camminare è un gesto naturale e spontaneo in grado di apportare non solo benefici psico-fisici alla salute delle persone, ma anche e soprattutto all’ambiente in cui si vive.

Camminare, inoltre, permette di riscoprire e valorizzare le bellezze dei nostri centri e delle nostre campagne, ricchi di monumenti e angoli suggestivi, e aiuta a rinnovare il legame affettivo e di appartenenza con il tessuto urbano, rurale e sociale.

Nelle edizioni precedenti moltissimi sono stati i Comuni, le associazioni e i gruppi di cittadini che hanno organizzato e partecipato alle passeggiate o ai percorsi guidati. A partire da quest’anno, anche a Maruggio si intende organizzare un momento di sensibilizzazione sull’importanza del camminare come forma di mobilità sostenibile.
Il nostro territorio, infatti, si presta moltissimo ad essere percorso a piedi, lentamente. Gli amici dell’associazione “Terra Nostra” accompagneranno tutti coloro che vorranno trascorrere la mattinata in modo salutare e curioso, alla scoperta di un paesaggio talvolta sconosciuto; le guide esperte dell’A.P.S. “Play your Place. Il luogo in gioco”, invece, illustreranno gli aspetti riguardanti la storia, le tecniche e l’architettura dei tanti manufatti che si incontreranno durante l’itinerario proposto.

Il percorso è lungo 10 km e non presenta particolari difficoltà ed è adatto a tutti quanti, bambini compresi.

Non è previsto alcun costo per i partecipanti. Si prega di automunirsi di cappellino per ripararsi dal sole, di generi di prima necessità e di acqua a sufficienza.

L’appuntamento, quindi, è per Domenica 12 Ottobre 2014 alle ore 8.30. Il punto di ritrovo è presso Piazza San Giovanni a Maruggio (Ta). Vi aspettiamo numerosi!

Per INFORMAZIONI: playourplace@gmail.com

Piero Melchiorre: 329.6916914

Aldo Summa : 349.1971486

È gradita, ma non obbligatoria, la prenotazione.

Si ringrazia il Comune di Maruggio per il patrocinio, la Misericordia Protezione Civile di Maruggio per la gentile collaborazione e ENDAS – Ente Nazionale Democratico di Azione Sociale.

> Visita il sito “Giornata Nazionale del Camminare”

> Evento segnalato su “Puglia Events”