Rassegna “Tu non conosci il Sud”: il 28 Dicembre la presentazione del fotolibro “Arrendersi? Mai” di Francesco Vaccaro

Nell’ambito della rassegna culturale maruggese “Tu non conosci il Sud. Letture Mediterranee”, Venerdì 28 Dicembre alle ore 18.00, presso l’Aula Consiliare di Maruggio (Ta), si terrà la presentazione del fotolibro di Francesco Vaccaro dal titolo “Arrendersi? Mai – L’infinita storia di un giovane”. 

Francesco, 19 anni, tarantino, è nato e vive al quartiere Tamburi. Attraverso il fotolibro racconta i momenti salienti della sua esistenza, caratterizzata da gravi problemi di salute, che affronta, anche grazie al supporto della sua famiglia, con caparbietà e grande forza d’animo. Dal suo travaglio personale quotidiano, nasce “Arrendersi? Mai”, un vero e proprio messaggio di speranza.
L’intero ricavato della vendita del testo, andrà in beneficenza a “Make a Wish Italia Onlus”, che realizza i desideri dei bambini gravemente ammalati. 

Dialogheranno con il giovanissimo autore, Danilo Chiego – dell’associazione socio-culturale “Lotus” – e Maurizio Schirone – Consigliere delegato alla Cultura. Durante la serata, verrà portato in scena il reading teatrale “L’idea, il sogno, il viaggio”, a cura di Serena Guida e Maddalena Latorre.
L’iniziativa è ideata e organizzata dalle Associazioni ARCI “Paisà”, “Lotus”, “Maruggiu Mia”, “Play your Place” e “Terra dei Cavalieri di Malta” ed è patrocinata dal Comune di Maruggio.
Media Partner: LAIKA “Web Radio Paisà”.
Per info e contatti:
Facebook: Tu non conosci il Sud – Letture Mediterranee
Email: letture mediterranee@gmail.com

Rassegna “Tu non conosci il Sud”: il 27 Dicembre la presentazione / laboratorio del libro “Fiabe Lombarde” di Carla Saracino

Nell’ambito della rassegna culturale maruggese “Tu non conosci il Sud. Letture Mediterranee”, Giovedì 27 Dicembre alle ore 18.30, presso la Biblioteca Comunale di Maruggio (Ta), si terrà la presentazione / laboratorio del libro di Carla Saracino dal titolo “Fiabe Lombarde” (Pane e Sale – Rusconi Libri).

Dalla penna di Carla Saracino prendono vita dieci divertenti racconti ambientati ciascuno in varie città lombarde. Milano, Bergamo, Brescia, Mantova, Monza e altre località diventano teatro di nuove storie e simpatici personaggi illustrati da Marisa Vestita. Si tratta di una raccolta di storie i cui protagonisti – dei buffi animali d’ogni tipo – si muovono tra avventure e disavventure su e giù per le città della Lombardia.
Veniamo così a conoscenza della particolare famiglia Dragonetti, che decide di trascorrere le vacanze a Cascina Burrona, famosa per essere costruita con il burro; e di Sandra La Salamandra appassionata di arte che vive dietro uno specchio del Palazzo Ducale a Mantova. E ancora, scopriremo il mistero dell’amore con le Lucciole di Brera o la vita di Ignazio LoStrazio, che vuole esplorare il mondo attraverso il buco di un imbuto. Divertimento e risate vi attendono con le avventure narrate nelle Fiabe lombarde. Età di lettura: da 6 anni.

Introduce Aldo Summa – dell’A.P.S. “Play your Place” – e interviene Maurizio Schirone – Consigliere delegato alla Cultura. Enrica Fallone – editore – dialogherà con l’autrice, e l’illustratrice Marisa Vestita terrà un laboratorio creativo con i bambini.La rassegna è ideata e organizzata dalle Associazioni ARCI “Paisà”, “Lotus”, “Maruggiu Mia”, “Play your Place” e “Terra dei Cavalieri di Malta” ed è patrocinata dal Comune di Maruggio.
Media Partner: LAIKA “Web Radio Paisà”.Per info e contatti:
Facebook: Tu non conosci il Sud – Letture Mediterranee
Email: letture mediterranee@gmail.com

“Percorsi di Storia”: tre domeniche a piedi, per riscoprire la bellezza di Sava, Maruggio e Manduria

Favorire il benessere del corpo e della mente con un programma di passeggiate in luoghi insoliti e suggestivi, combinando la bellezza del paesaggio alla storia e alle tradizioni culturali delle città. E’ con questo spirito che le Associazioni “TerrA NostrA”, “Play your Place” “Pro Loco Sava” ,”Pro Loco Maruggio”, “Profilo Greco” ed Endas (impegnate costantemente nella promozione turistica e culturale del nostro territorio) organizzeranno per tre domeniche di Dicembre altrettante visite guidate a Sava, Maruggio e Manduria.

Tre imperdibili appuntamenti per i residenti e per i visitatori, per i curiosi e gli appassionati che intendono saperne di più, conoscere e apprezzare meglio i luoghi nei quali vivono e muovendosi lentamente osservare ciò che ci circonda da una prospettiva inedita, ri-scoprendo beni culturali aperti o accessibili per la prima volta.

Alla fine di ogni camminata, i partecipanti potranno arricchire l’esperienza di visita degustando prodotti tipici e vini locali.

Questo il programma:

Domenica 9 Dicembre: “La devozione popolare a Sava”

In compagnia della guida turistica arch. Aldo Summa, si percorrerà un itinerario che tiene insieme manufatti e luoghi sacri, dalla Cappella Immacolata vecchia alla Chiesa della Croce, passando per il Cimitero Vecchio, la Cappella dello Schiavo ed altro ancora.

Il ritrovo è in Piazza San Giovanni con partenza prevista per le ore 9.00. Per informazioni contattare il seguente nr. 333.1845685

Domenica 16 Dicembre: “Alla scoperta del centro storico di Maruggio”

Sempre l’arch. Aldo Summa accompagnerà i visitatori in un percorso urbano che si snoderà tra le strette vie dell’antica “Terra Murata” raggiungendo luoghi come il Palazzo dei Commendatori dei Cavalieri di Malta, la Chiesa Madre, l’ex Convento e alcune botteghe d’arte presepiale.

Il punto di ritrovo è presso Largo Umberto I, vicino al Monumento ai Caduti. Si parte alle ore 9.00. Per informazioni nr. 349.1971486

Domenica 23 Dicembre: “Due passi dentro e fuori Manduria”

Insieme alla guida turistica dott. ssa Angela Greco, gli ospiti avranno la possibilità di muoversi lungo un itinerario che partendo dall’area archeologica (San Pietro Mandurino) giungerà nel cuore della città messapica.

Ci si ritrova presso il parcheggio di via Fabio Massimo e si parte alle ore 9.00. Per informazioni chiamare il nr. 334.3477737

L’iniziativa è patrocinata dai Comuni di Sava, Maruggio e Manduria. L’evento è in collaborazione con “Cantina Bosco” di Avetrana.

È previsto un contributo di partecipazione.

Natale a Ruvo di Puglia (Ba): nel centro storico aprono negozi temporanei aiutati dal Comune, e i cittadini si costruiscono le luminarie

Nei locali dismessi e chiusi da tempo, fino all’Epifania si possono conoscere ragazzi con disabilità che servono cibo tipico tra un laboratorio inclusivo di archeologia e una lezione di cucina. Si può gustare un caffè con guida all’ascolto di vinili di pregio in una piccola galleria d’arte. Acquistare souvenir ispirati ai simboli della città di Ruvo e all’Alta Murgia e stampati in 3D al termine di una proiezione cinematografica. Si possono degustare vino e jazz “geografico” dal vivo, didattica della birra artigianale e delle tisane naturali, cibo e danze da tutto il mondo, archeo-gastronomia, coltivazioni in acquaponica. Per poi terminare il tour tra artigianato tradizionale e prodotti originali col “ritorno del baccalà” nella piazza dell’orologio.

Vivo a Ruvo – Nuove idee negli spazi chiusi del centro storico

A #RuvoDiPuglia nuove luci e nuove idee!Grazie a Vivo a Ruvo durante il periodo di permanenza delle nostre Luci e Suoni D'Artista, i locali del centro storico ospiteranno 21 nuove attività economiche, selezionate grazie a un avviso pubblico del Distretto Urbano del Commercio, "Apriti Ruvo"! Nuove idee per spazi chiusi, ormai aperti, vi aspettano dal 24 novembre!Un breve racconto nel servizio di TgNorba24. #LuciESuonDartista #LuciEsuoniDartista2018 #Evoluzioni #RuvoDiPuglia #Relazioni #weareinpuglia #viaggiareinpuglia #inPuglia365 #RuvoCittàDarte #RuvoCittàDellaMusica #Innesti2018 #RuvoCittàCheLegge #vivoaruvo #ilightRuvo

Pubblicato da Luci e Suoni d'Artista – Ruvo di Puglia su Sabato 17 novembre 2018

 

Per Natale 2018 Ruvo si anima anche grazie a un bando sperimentale voluto dal sindaco, Pasquale Chieco, e dall’assessora alla Cultura, Monica Filograno. Grazie alla call internazionale “Apriti Ruvo” nel centro storico resteranno aperte fino a 7 gennaio 21 nuove attività commerciali e artigianali. I proprietari di 16 locali sfitti hanno messo a disposizione le location per allestire i negozi, il Comune ha pagato bollette, utenze e Tari. Le buone idee sono state premiate per innovazione, originalità e creatività: le 21 attività economiche temporaneamente assegnatarie dei locali sono state selezionate attraverso un avviso pubblico promosso dal Duc (Distretto Urbano del Commercio). Più di settanta le candidature arrivate da tutte le province pugliesi, dalla Sicilia e dal Veneto, tra i vincitori 13 sono ruvesi.

Dal 7 dicembre, poi, e per tutto il periodo natalizio, torna “Luci e suoni d’artista”, il progetto che riaccende il centro storico di Ruvo con opere d’arte luminose progettate e costruite con i cittadini e che già nelle precedenti edizioni ha portato in città un gran numero di visitatori. Quest’anno il tema scelto è la “maraviglia” di leopardiana memoria. Per l’edizione 2018 i cittadini volontari si sono divisi in gruppi specializzati sulla base delle tecniche o dell’uso dei materiali: dal restauro agli origami, dalle tecnologie interattive alla manifattura 4.0, per finire con sculture luminose e fotografie di ritratto.

Una Città Illuminata

Ci prepariamo per il terzo anno consecutivo ad illuminare la città con le opere e le installazioni coprogettate da designer, artigiani, artisti e imprese e realizzate insieme alla comunità creativa e operosa di Ruvo di Puglia. Questo video racconta l’edizione del 2017. Nei prossimi giorni pubblicheremo il racconto fotografico del 2016 e 2017. Siamo all’opera per la prossima. A breve ne presenteremo il tema e partiranno i nuovi laboratori partecipati. Il 7 dicembre ci vediamo in Piazza Matteotti per l’accensione. Seguiteci anche su Instagram 👇https://www.instagram.com/luciesuonidartista/#RuvoDiPuglia #RuvoCittàDarte #RuvoCittàCheLegge #RuvoCittàDellaMusica #LuciEsuoniDartista #LuciEsuoniDartista2018 #NataleARuvo #iLightRuvo #Innesti2018 #Relazioni #Evoluzioni #vivoaruvo #weareinpuglia #viaggiareinpuglia #inPuglia365

Pubblicato da Luci e Suoni d'Artista – Ruvo di Puglia su Venerdì 19 ottobre 2018

 

Fonte: “La Repubblica – Bari”

Per approfondimenti: Vivo a Ruvo

Pagina fb “Luci e suoni d’artista”

A Castel del Monte, il VI Convegno SdT: “La democrazia dei luoghi. Azioni e forme di autogoverno comunitario”. Presenti gli Ecomusei di Puglia

Il VI Convegno della Società dei Territorialisti e delle Territorialiste  – Associazione multidisciplinare formata da studiosi di diversi Atenei italiani e europei – dal 15 al 17 Novembre si svolgerà in Puglia a Castel del Monte (BAT) sul tema: “La democrazia dei luoghi. Azioni e forme di autogoverno comunitario“.

Il convegno dell’Associazione presieduta da Alberto Magnaghi – cui aderiscono, tra gli altri, Piero Bevilacqua, Franco Cassano, Serge Latouche, Anna Marson, Luca Mercalli, Giorgio Nebbia, Giancarlo Paba, Tonino Perna, Wolfgang Sachs, Enzo Scandurra, Vandana Shiva, Alberto Tarozzi – si propone di costruire un quadro concettuale e d’azione capace di confrontarsi con le difficoltà di definire temi come la “comunità”, misurando i concetti rispetto alle esperienze in fieri, dinamiche, aperte, mettendo in luce i caratteri, la diffusione, la capacità generativa di luoghi che possono contrastare il dominio dei flussi globali.

Il convegno permetterà il confronto tra studiosi e ricercatori nell’ottica di fornire un quadro d’insieme multidisciplinare sul tema. Non solo, al loro fianco i principali attivisti e portavoce di esperienze concrete di autogoverno presenti in Italia che porteranno la loro esperienza in ambito economico e sociale.

La prima giornata è dedicata soprattutto alla conoscenza di alcune buone pratiche in corso nel contesto locale attraverso visite guidate e un confronto con i soggetti che le conducono.
La seconda giornata è riservata al confronto fra mondo della ricerca e soggettività sociali che animano tante esperienze di democrazia di luoghi. In quest’ambito, i Laboratori paralleli mirano a produrre nuove conoscenze e narrazioni utili a qualificare il dibattito culturale e scientifico e a mettere in luce strategie d’azione per il rinnovamento degli istituti di democrazia.

Saranno proposti tre laboratori: 1 – Le forme di pianificazione e di patti dal basso fra potenziali protagonisti di nuovi istituti di mediazione con le istituzioni; 2 – Le forme di autorganizzazione sociale nelle periferie urbane e sul territorio; 3 – Le forme innovative di economia e di istituti produttivi connessi alla autovalorizzazione dei beni comuni patrimoniali.

L’ultima giornata è destinata ad approfondire i temi trattati nei Laboratori e sviluppare alcune riflessioni sulle questioni alla base del convegno.

L’ingresso per la cittadinanza attiva è a contributo libero.