“Storie alla finestra”: ogni sera sulla pagina fb del Comune di Maruggio (Ta), favole della buonanotte per i più piccoli

In attesa di tornare a divertirci, il Comune di Maruggio (Ta) in collaborazione con l’Associazione Culturale “Lotus” nell’ambito della rassegna culturale “Tu non conosci il Sud. Letture mediterranee” hanno pensato di rallegrare i più piccoli con le “Storie alla finestra”.

In questi giorni è importante restare in casa e rallentare. Ma la cultura non si ferma, e le Associazioni servono anche a questo, soprattutto ora: donare il proprio tempo e la voglia di fare, dare un pò di conforto e distrarre dalla paura.

Ogni sera, dalle 21.00, sulla pagina facebook istituzionale “Comune di Maruggio”, Maddalena Latorre e Serena Guida terranno compagnia ai nostri piccoli, leggendo una storia.
Così prima della buonanotte, la mattina, il pomeriggio, la sera, quando volete e quante volte volete – rigorosamente da casa – avremo la possibilità di vedere  e ascoltare le video letture e regalare ai nostri bambini qualche minuto di curiosità, allegria e stupore.

Il corvo e la volpe

📚🦅🏠SI PARTE CON LA PRIMA “STORIA ALLA FINESTRA”🦊👨‍👨‍👦💤 #ComunediMaruggio #covid19 #iorestoacasa #cultura #andràtuttobeneCiao a tutti voi, bambini all’ascolto, ecco la prima “storia alla finestra” a cura di Maddalena e Serena: Il corvo e la volpe.Bisogna stare sempre attenti a chi ci fa troppi complimenti.🎥 Buona visione!

Pubblicato da Comune di Maruggio su Domenica 15 marzo 2020

 

> Segui “Storie alla finestra” sulla pagina facebook “Comune di Maruggio”

Aiutateci a far girare questa informazione per tenere compagnia a quanti più bambini e bambine possibile.

#iorestoacasa #ioleggoacasa #laculturanonsiferma #andràtuttobene #unitimadistanti

Albero dell’anno in Europa, l’Italia candida la quercia “dei cento cavalieri” di Tricase (Le): ecco come votare

Rappresenta l’Italia intera in una appassionante sfida, quella per scegliere l’albero europeo dell’anno. La quercia vallonea “dei cento cavalieri” a Tricase, nel Salento, è in gara per il concorso che, dal 2011, coinvolge tutti i Paesi dell’Unione. E per bellezza e storia ha tutte le carte per vincere: basta votarla. Si potrà farlo fino al 29 febbraio prossimo collegandosi al sito https://www.treeoftheyear.org/vote.

La vallonea di Tricase ha più di 700 anni di vita e dal 200 è albero simbolo della Puglia per il Wwf. La leggenda narra che l’imperatore Federico II e i cavalieri del suo esercito, colti di sorpresa da un grosso temporale, trovarono riparo da un temporale sotto le sue enormi chiome: peccato che l’imperatore visse ben prima della probabile nascita della quercia, il cui tronco misura 20 metri di altezza e una circonferenza di oltre 4.

Con la quercia dei Cento Cavalieri, l’Italia arriva alla fase finale del concorso, traguardo raggiunto in una sola altra occasione, nel 2014, quando a gareggiare fu una quercia dell’Alta Sabina, nel Lazio, che però arrivò ultima. Ad aggiudicarsi il primo posto, nel 2019, è stato un mandorlo piantato 135 anni fa davanti all’ingresso della chiesa di Nostra Signora della Neve, in cima a una collina a Pécs, in Ungheria, che ottenne oltre 45 mila voti. Il più votato in assoluto è il vecchio olmo di Sliven, matusalemme di 1.100 anni simbolo della città bulgara che nel 2014 ricevette 77.500 voti.

Il Salento, dunque, si mobiliti e voti per la vallonea tricasina, ambasciatrice di Puglia (e d’Italia) nel mondo.

Fonte: “Nuovo Quotidiano di Puglia”

Rassegna “Tu non conosci il Sud”: il 3 Febbraio la presentazione del libro “Casa ARCI!”

Nell’ambito della rassegna culturale maruggese “Tu non conosci il Sud. Letture Mediterranee”, Lunedì 3 Febbraio alle ore 17,30 presso la Sede ARCI “Paisà” in via Pisanelli n. 4 a Maruggio (Ta), si terrà la presentazione del libro dal titolo “Casa ARCI! Sessant’anni di associazionismo in Puglia” di Vito Saracino (Andrea Pacilli Editore).

Introdurrà Tiziana Destratis   Consigliere alla Bellezza e alla Verità – e Mario Favale con Salvatore De Giorgio dell’associazione ARCI di Maruggio, dialogheranno con l’autore.

L’iniziativa è ideata ed organizzata dalle Associazioni ARCI “Paisà”, “Lotus”, “Maruggiu Mia”, “Play your Place” e “Terra dei Cavalieri di Malta” di Maruggio (Ta).

“Tu non conosci il Sud. Letture Mediterranee” è il titolo della programmazione culturale che prende ispirazione dai versi del poeta pugliese Vittorio Bodini, che già da qualche anno è caratterizzata principalmente da incontri con autori del Sud Italia… ma non solo.
L’idea è quella di organizzare attività ed iniziative che possono favorire e promuovere il piacere della conoscenza, presupposto sul quale si basa la civiltà e la crescita di una Comunità.
Gli incontri si svolgono non solo nei luoghi ove tradizionalmente si pratica la cultura, ma anche all’aperto, negli spazi pubblici o nelle sedi delle associazioni locali.

Ingegno e passione nei presepi esposti nella Chiesa dell’ex Convento di Maruggio (Ta)

Ingegno, costanza e passione: con questi elementi, anche quest’anno – per l’ottavo anno consecutivo – assieme a tanti espositori (principianti e/o professionisti) l’A.P.S. “Play your Place” ha regalato a tutta la comunità di Maruggio (Ta) la possibilità di ammirare una varietà di presepi nella Chiesa dell’ex Convento, continuando a perpetrare una tradizione artistica e spirituale che si perde nella notte dei tempi.

In esposizione numerosi lavori presepiali, realizzati con ingegno, passione e nelle forme e dimensioni più svariate. Per tutti, ovviamente, i consensi entusiasti dei numerosi visitatori, che hanno avuto la possibilità di ammirare le diverse creazioni nei giorni più importanti delle festività natalizie.

Un grazie, quindi, ai Maestri presepisti: Anna Lacorte, Franco Vaccarella, Angelo Massa, Silvano Doria, Salvatore Saracino e Pietro Palummieri – Palù di Maruggio; Luigi Lombardi di Torricella; Mimmo Massafra, Peppe Guida e Gregorio Prudenzano di Manduria; Giuseppe Buccoliero di Sava.

Grazie per il sostegno anche al Comune di Maruggio che ha sempre patrocinato – fin dalla prima edizione – questa iniziativa, e alla Parrocchia “SS. Natività di Maria Vergine” per la disponibilità all’utilizzo del prezioso scrigno e luogo sacro.

La tradizionale “Mostra dei Presepi” nella Chiesa dell’ex Convento di Maruggio (Ta)

Un appuntamento ormai atteso da tutta la comunità: è la “Mostra dei Presepi” amatoriali che per l’ottavo anno consecutivo si allestirà in occasione delle prossime festività natalizie a Maruggio (Ta).

Anche quest’anno, infatti, l’A.P.S. “Play your Place” ha chiamato a raccolta tutti coloro che impegnano ancora il proprio tempo libero nella costruzione del presepe tradizionale, e insieme a questi appassionati continuare a mantenere viva una consuetudine che si ripete da tempo immemore.

Ogni anno, lo straordinario evento della nascita di Gesù Cristo è declinato dalla creatività e dal saper fare dei numerosi presepisti che mettono hanno il piacere di mettere in mostra il risultato di tanto impegno e devozione.

La “Mostra di Presepi” sarà allestita all’interno della Chiesa di “S. Maria delle Grazie” (ex convento dei Frati Minori Osservanti) sita in Via Vittorio Emanuele a Maruggio. Nei magnifici cappelloni dedicati ai Santi francescani – e accostate agli splendidi altari barocchi – le opere presepiali risplenderanno in tutta la loro bellezza!

L’inaugurazione della mostra è prevista per il 24 Dicembre 2019 alle 18.00, dopo l’accensione de “li fuechi ti Cristu Piccinnu”.

La mostra resterà aperta al pubblico rispettando il seguente calendario:

– 24-25-26-27 Dicembre 2019, dalle ore 18.00 alle ore 21.00
– 1 – 6 Gennaio 2020, dalle ore 18.00 alle ore 20.00

La “Mostra dei Presepi” è organizzata dall’A.P.S. “Play your Place. Il luogo in gioco”, nell’ambito del progetto pluriennnale “Cultura Arte e Fede”, ed è realizzata in collaborazione con la Parrocchia “SS. Natività di Maria Vergine” di Maruggio e con il patrocinio del Comune di Maruggio (Ta).

Quest’anno, inoltre, saranno esposti anche i lavori artistici prodotti dei ragazzi delle Quinte Elementari e delle Prime Medie frequentanti il Catechismo. L’iniziativa a premi – giunta ormai alla quarta edizione – si inserisce nel progetto “Lasciate che i bimbi vengano a me”, attraverso il quale si intende coinvolgere i ragazzi, le loro famiglie e i catechisti nella produzione di disegni, dipinti e sculture attinenti il Natale o la Pasqua.

Per informazioni: 349.1971486