A Manduria (Ta) il 22 Settembre: la Giornata Europea della Cultura Ebraica

Domenica 22 settembre, per il secondo anno consecutivo, Manduria ospiterà alcune iniziative culturali inserite nel palinsesto degli eventi organizzati dall’UCEI (Unione Comunità Ebraiche Italiane) in occasione della XX Giornata Europea della cultura ebraica, a cui partecipano 88 Comuni italiani e ben 34 Paesi Europei. Lo scopo è quello di diffondere la storia e le tradizioni di una cultura millenaria, la cui conoscenza risulta per noi occidentali indispensabile, al pari della cultura greco-latina.

A Manduria il programma della giornata, organizzata dal gruppo di associazioni Cuore Messapico, prevede:
– Alle ore 9.30 visite guidate, a partire da Piazza Garibaldi, che condurranno a scoprire la bellezza del centro storico e del quartiere ebraico, con la cosiddetta sinagoga (prenotazioni al 338.1340466);
– Dalle ore 17.30, presso il Museo Civico della Città si svolgerà un incontro culturale con il prof. Pietro Polieri, docente di Filosofia Morale presso l’Università degli Studi ‘Federico II’ di Napoli, studioso di aspetti culturali e storici del mondo ebraico oltre che di Olocausto, già docente di Cultura e civiltà ebraica presso l’Università degli Studi di Foggia, che relazionerà sul tema “Un sogno chiamato Israele: tra utopie e opposizione interna”.
– Seguirà la presentazione de ‘La Guida al Salento ebraico’, edito da Capone Editore, Lecce 2018, a cura dell’architetto ed archeologo Fabrizio Ghio dell’Università del Salento.
Modererà il prof. Vito Andrea Mariggiò.
– Al termine della serata, verrà offerto dalla Cantina Leuci di Guagnano il particolarissimo vino kosher, prodotto seguendo accuratamente specifiche prescrizioni bibliche, dalla coltivazione alla vinificazione.
– Tra gli ospiti invitati figurano il Prof. Guido Regina ed Eugenia Graubardt, rispettivamente Presidente e vicepresidente dell’Associazione Italia-Israele, sede di Bari, che porteranno i saluti dell’UCEI.

– Per informazioni su questi eventi:
349.2696580 – www.museocivicomanduria.it.

“Attacco a Maruggio”: il 25 Agosto, la quarta edizione della rievocazione storica

Correva l’anno 1637: era il 13 Giugno e sulle coste joniche sette navi turche approdarono con lo scopo di mettere a ferro e fuoco la zona. Giunti a Maruggio, furono respinti in mare dai militari del Balì Fra’ Giovanni Battista Naro che amministrava la Commenda Magistrale retta dai Cavalieri di Malta.

Secondo la ricostruzione curata dagli storici locali Tonino Filomena e Cosimo Marseglia, l’attacco a Maruggio fu premeditato per vendicare le gravi perdite subite dai turchi e inflitte proprio dal Commendatore Naro, che si era distinto per aver catturato diverse imbarcazioni pirata.
Lo scontro e la cacciata dei pirati turchi, furono resi possibili anche grazie all’ardore e al coraggio degli stessi abitanti del borgo. Tuttavia, la leggenda narra che – durante lo scontro decisivo – una fanciulla fu rapita e deportata ad Algeri e che questa – ormai anziana – sarebbe tornata nella propria terra d’origine rincontrando il suo antico amore perduto.

Domenica 25 Agosto 2019, nella cittadina jonica –recentemente inserita tra i “Borghi più belli d’Italia” – si svolgerà la quarta edizione della rievocazione storica “Attacco a Maruggio”, curata dal direttore artistico Michele Chiego e organizzata dall’A.T. Pro Loco in collaborazione con il circolo Anspi “Emmaus” e con il patrocinio del Comune di Maruggio.

Sbandieratori, musici, compagnie d’armi , gruppi storici provenienti da vari paesi daranno vita ad uno spettacolo unico e suggestivo.
Media partner dell’evento sono “La Voce di Maruggio”, “Jonio TV” e “Maruggio e Dintorni Story”.

Questo il PROGRAMMA:
ore 18.30: Corteo storico (P. Marconi, via Malta, P. del Popolo)
ore 19.30: Saluto del Comm.re Naro e spettacoli
ore 20.00: Investitura di Nicola de Pandis, primo Commendatore di Maruggio
ore 20.30: Attacco a Maruggio. La Battaglia
ore 21.45: EMIAN Paganfolk in concerto

Presenta la serata: Serena Guida.

In occasione della sagra di Maruggio (Ta), il 18 Agosto: visita guidata serale alla Chiesa Madre

In occasione della diciassettesima edizione de “La Strada dei Saperi e dei Sapori” organizzata dalla Pro Loco e con il patrocinio del Comune di  Maruggio (Ta) Domenica 18 Agosto 2019, l’A.P.S. “Play your Place” sarà lieta di accompagnare  i visitatori alla scoperta della Chiesa Madre “SS. Natività di Maria Vergine”.

L’unico turno di visita è previsto per le ore 21.00.
Il contributo di partecipazione è libero.

L’iniziativa si inserisce nell’ambito del progetto pluriennale “Scoprire Maruggio” e nella serie di iniziative per il decennale di attività dell’Associazione.

Per informazioni: 349.1971486

Il 16 Agosto: “Andar per trulli e casodde” nel paesaggio di Maruggio (Ta), col pittore Palù

Il paesaggio rurale salentino è caratterizzato dalla presenza di numerosi manufatti dell’edilizia spontanea contadina. Si tratta di ricoveri stagionali, realizzati con materie prime essenziali, e frutto di mani esperte.

Per riscoprire e valorizzare questo patrimonio culturale diffuso sul territorio, l’A.P.S. “Play your Place” organizza: “Andar per trulli e casodde”, un’escursione guidata  nella zona “Maviglia”, densamente disseminata di ulivi secolari e muretti a secco.

Parteciperà all’iniziativa il pittore Pietro Palummieri (in arte Palù), che all’esaltazione degli scenari campestri ha dedicato la maggior parte della sua attività artistica.

Iniziativa con il patrocinio del Comune di Maruggio.

Luogo di ritrovo: Piazza S. Giovanni, ore 17.00.
Contributo di partecipazione: 5 euro a persona.
Informazioni e prenotazioni: 349.1971486

“Via Sallentina, tra storia e prospettive future”. Domenica 4 Agosto una tavola rotonda a Torre Lapillo

Fa tappa in Terra d’Arneo il Festival denominato “Il Cammino Celeste”, un approfondimento sul tema delle vie dei pellegrini della Puglia Meridionale. La prima tavola rotonda dedicata alla Via Sallentina, principale asse viario messapico e poi importante arteria romana, che collega Taranto e Otranto, passando da Santa Maria di Leuca, si svolgerà domenica 4 agosto p.v. alle ore 20.00 presso la torre costiera di Torre Lapillo (Porto Cesareo).

Una strada più antica di almeno 1500 anni rispetto al Cammino di Santiago, percorsa per millenni da soldati, mercanti, pellegrini, navigatori, feudatari, regnanti, monaci, grandi santi. Un percorso che merita di essere riscoperto e valorizzato nell’anno dedicato al turismo slow che vede coinvolto un numero sempre crescente di appassionati.

Le potenzialità di sviluppo sono enormi se si pensa che il più noto dei Cammini, quello di Santiago appunto, alla fine degli anni ottanta non contava più di 50 camminatori l’anno. Oggi sono più di mezzo milione! Dalle statistiche sappiamo che il più ampio numero di viandanti sono spagnoli, seguiti dagli italiani. Questo enorme potenziale può trovare interesse per altri bellissimi percorsi. Un lungo lavoro si sta facendo per promuovere intanto il lato adriatico della Francigena di Puglia.

La tavola rotonda si propone di far incontrare numerosi attori che hanno dimostrato già di volersi impegnare nell’infrastrutturazione leggera (la segnaletica) della via Sallentina, oltre a promuovere una adeguata rete di accoglienza ed aiuto ai pellegrini.

L’arco jonico ha numerosissime testimonianze storico-artistico-architettoniche legate a questo antico percorso. Si tratta ora di rimboccarsi le maniche tutti assieme, istituzioni, cittadini ed associazioni, per fare il resto.

Il programma della giornata di domenica 4 agosto che prevede una escursione guidata nella Riserva Regionale “Palude del Conte e Duna Costiera” a cura del Centro di Educazione Ambientale di Porto Cesareo. Prenotazione obbligatoria al numero 3207553452. E incontro alle 17.30 presso la torre costiera di Torre Lapillo.

Sempre all’ombra della meravigliosa torre costiera di Torre Lapillo, dopo i saluti ed il benvenuto del Sindaco di Porto Cesareo dott. Salvatore Albano, relazioneranno

  • Dott. Cosimo Durante – Accademico dei Georgofili e Presidente del GAL Terra d’Arneo che parlerà su: “Turismo escursionistico come volano di crescita sostenibile”
  • Prof.ssa Anna Trono che con l’Università del Salento ha dedicato numerosi studi e ricerche sul tema “La Via Sallentina nelle ricerche dell’Università del Salento”
  • Dott. Francesco De Giorgi, assessore al Comune di Salve con un intervento “Per lo sviluppo del Turismo slow nell’arco jonico”
  • Dott.ssa Maria Rosaria Piccinni, Dottore di Ricerca che relazionerà su “Pellegrini e pellegrinaggi lungo la Via Sallentina”
  • Dott.ssa Emanuela Rossi, guida ambientale ed escursionistica che parlerà su “La Via Sallentina come attrattore per il turismo escursionistico”
  • Antonio Oliveti, musicista e Operatore Culturale che parlerà di “Organizzazione e infrastrutturazione leggera della Via Sallentina”

Introducono e coordinano Marco Greco e Luigi del Prete.

A seguire gli studenti dell’II.SS. “Moccia” di Nardò sotto la guida del prof. Fernando Greco hanno predisposto una serie di piatti legati alla tradizione del pellegrinaggio, tramandati in antichi ricettari e leggermente reinterpretati. La degustazione è gratuita.

Chiude la serata il meraviglioso concerto di Giorgia Santoro con “DéJà VU” – Concerto per flauti & live electronics.

L’iniziativa è organizzata dalla Fondazione Moschettini di Copertino e promossa dal Comune di Porto Cesareo, dal Centro di Educazione Ambientale di Porto Cesareo, dall’II.SS. “Moccia” di Nardò, dalla Riserva Regionale Orientata “Palude del Conte e Duna Costiera”, con il sostegno prezioso di Caffè Valentino, Ristorante Villa Phoenix di Copertino e Delizie del Palato di Paride Chiriatti a Copertino.

Fonte: “Porta di Mare”