“Storie alla finestra”: ogni sera sulla pagina fb del Comune di Maruggio (Ta), favole della buonanotte per i più piccoli

In attesa di tornare a divertirci, il Comune di Maruggio (Ta) in collaborazione con l’Associazione Culturale “Lotus” nell’ambito della rassegna culturale “Tu non conosci il Sud. Letture mediterranee” hanno pensato di rallegrare i più piccoli con le “Storie alla finestra”.

In questi giorni è importante restare in casa e rallentare. Ma la cultura non si ferma, e le Associazioni servono anche a questo, soprattutto ora: donare il proprio tempo e la voglia di fare, dare un pò di conforto e distrarre dalla paura.

Ogni sera, dalle 21.00, sulla pagina facebook istituzionale “Comune di Maruggio”, Maddalena Latorre e Serena Guida terranno compagnia ai nostri piccoli, leggendo una storia.
Così prima della buonanotte, la mattina, il pomeriggio, la sera, quando volete e quante volte volete – rigorosamente da casa – avremo la possibilità di vedere  e ascoltare le video letture e regalare ai nostri bambini qualche minuto di curiosità, allegria e stupore.

Il corvo e la volpe

📚🦅🏠SI PARTE CON LA PRIMA “STORIA ALLA FINESTRA”🦊👨‍👨‍👦💤 #ComunediMaruggio #covid19 #iorestoacasa #cultura #andràtuttobeneCiao a tutti voi, bambini all’ascolto, ecco la prima “storia alla finestra” a cura di Maddalena e Serena: Il corvo e la volpe.Bisogna stare sempre attenti a chi ci fa troppi complimenti.🎥 Buona visione!

Pubblicato da Comune di Maruggio su Domenica 15 marzo 2020

 

> Segui “Storie alla finestra” sulla pagina facebook “Comune di Maruggio”

Aiutateci a far girare questa informazione per tenere compagnia a quanti più bambini e bambine possibile.

#iorestoacasa #ioleggoacasa #laculturanonsiferma #andràtuttobene #unitimadistanti

Albero dell’anno in Europa, l’Italia candida la quercia “dei cento cavalieri” di Tricase (Le): ecco come votare

Rappresenta l’Italia intera in una appassionante sfida, quella per scegliere l’albero europeo dell’anno. La quercia vallonea “dei cento cavalieri” a Tricase, nel Salento, è in gara per il concorso che, dal 2011, coinvolge tutti i Paesi dell’Unione. E per bellezza e storia ha tutte le carte per vincere: basta votarla. Si potrà farlo fino al 29 febbraio prossimo collegandosi al sito https://www.treeoftheyear.org/vote.

La vallonea di Tricase ha più di 700 anni di vita e dal 200 è albero simbolo della Puglia per il Wwf. La leggenda narra che l’imperatore Federico II e i cavalieri del suo esercito, colti di sorpresa da un grosso temporale, trovarono riparo da un temporale sotto le sue enormi chiome: peccato che l’imperatore visse ben prima della probabile nascita della quercia, il cui tronco misura 20 metri di altezza e una circonferenza di oltre 4.

Con la quercia dei Cento Cavalieri, l’Italia arriva alla fase finale del concorso, traguardo raggiunto in una sola altra occasione, nel 2014, quando a gareggiare fu una quercia dell’Alta Sabina, nel Lazio, che però arrivò ultima. Ad aggiudicarsi il primo posto, nel 2019, è stato un mandorlo piantato 135 anni fa davanti all’ingresso della chiesa di Nostra Signora della Neve, in cima a una collina a Pécs, in Ungheria, che ottenne oltre 45 mila voti. Il più votato in assoluto è il vecchio olmo di Sliven, matusalemme di 1.100 anni simbolo della città bulgara che nel 2014 ricevette 77.500 voti.

Il Salento, dunque, si mobiliti e voti per la vallonea tricasina, ambasciatrice di Puglia (e d’Italia) nel mondo.

Fonte: “Nuovo Quotidiano di Puglia”

Rassegna “Tu non conosci il Sud”: il 3 Febbraio la presentazione del libro “Casa ARCI!”

Nell’ambito della rassegna culturale maruggese “Tu non conosci il Sud. Letture Mediterranee”, Lunedì 3 Febbraio alle ore 17,30 presso la Sede ARCI “Paisà” in via Pisanelli n. 4 a Maruggio (Ta), si terrà la presentazione del libro dal titolo “Casa ARCI! Sessant’anni di associazionismo in Puglia” di Vito Saracino (Andrea Pacilli Editore).

Introdurrà Tiziana Destratis   Consigliere alla Bellezza e alla Verità – e Mario Favale con Salvatore De Giorgio dell’associazione ARCI di Maruggio, dialogheranno con l’autore.

L’iniziativa è ideata ed organizzata dalle Associazioni ARCI “Paisà”, “Lotus”, “Maruggiu Mia”, “Play your Place” e “Terra dei Cavalieri di Malta” di Maruggio (Ta).

“Tu non conosci il Sud. Letture Mediterranee” è il titolo della programmazione culturale che prende ispirazione dai versi del poeta pugliese Vittorio Bodini, che già da qualche anno è caratterizzata principalmente da incontri con autori del Sud Italia… ma non solo.
L’idea è quella di organizzare attività ed iniziative che possono favorire e promuovere il piacere della conoscenza, presupposto sul quale si basa la civiltà e la crescita di una Comunità.
Gli incontri si svolgono non solo nei luoghi ove tradizionalmente si pratica la cultura, ma anche all’aperto, negli spazi pubblici o nelle sedi delle associazioni locali.

Le Natività degli artigiani. Articolo sulla “Mostra dei Presepi” di Maruggio (Ta), su “quiSalento”

Si entra nella dimensione intima e domestica del presepe artigianale, a Maruggio, dove artigiani, famiglie e semplici amatori partecipano con le loro Natività realizzate a mano all’ottava edizione della Mostra dei Presepi, allestita dall’associazione Play your Place in collaborazione con la parrocchia SS. Natività di Maria Vergine, all’interno della chiesa di Santa Maria delle Grazie.
Dal paesaggio mediterraneo alle scene di vita contadina, dal sughero al legno fino ai materiali di riciclo, la storia dell’avvento e della Natività è declinata in decine e decine di tecniche, ambientazioni e allestimenti, secondo la creatività e l’estro dell’autore.
Nell’ex convento dei Frati Minori Osservanti, a ogni presepe è riservato un posto sotto i cappelloni dei Santi Francescani, sui maestosi altari barocchi.
La mostra si inaugura martedì 24 dicembre alle 18, dopo l’accensione di “fuechi ti Cristu piccinnu”, i falò devozionali della vigilia di Natale.

La mostra è visitabile dal 24 al 27 dicembre, dalle 18 alle 21, e il 1° e 6 gennaio dalle 18 alle 20.

Fonte: “quiSalento”, 15-31 Dicembre 2019

“Il Canto di Natale” nella versione cantastoriale dei “Cantacunti”: il 27 Dicembre a Maruggio (Ta)

Cantano e raccontano, a loro modo, il capolavoro di Charles Dickens. Si misura con “Canto di Natale” la compagnia manduriana Cantacunti, realtà di lungo corso nel panorama artistico pugliese, che trae linfa vitale dalla tradizione dei cantastorie, ispiratrice di tanti lavori originali e caratteristiche reinterpretazioni.

Come nello specifico per “Canto di Natale” che Gianni Vico e compagni ripropongono nella suggestiva chiesa di Santa Maria delle Grazie (presso l’ex convento, ora Municipio) di Maruggio, dov’è allestita anche la mostra dei presepi.

L’appuntamento è a cura dell’associazione Play your Place.
Patrocinio del Comune di Maruggio.

Inizio ore 19.00. Ingresso libero.

Fonte: “quiSalento”, 15-31 Dicembre 2019