“Un itinerario al giorno. Sette (più uno) itinerari alternativi alla scoperta del Salento”, sarà presentato il 24 Settembre a EXPO 2015. C’è anche un itinerario proposto dall’Ecomuseo di Neviano

Sarà presentato ufficialmente Giovedì 24 settembre 2015 a Cascina Triulza – Padiglione della Società Civile presso l’EXPO 2015 di Milano il lavoro dell’amico Fabrizio Ghio dal titolo “Un itinerario al giorno. Sette (più uno) itinerari alternativi alla scoperta del Salento” (Edizioni Esperidi).

Seguirà una serie di presentazioni nel Salento, presso i circoli e gli Enti Locali e tra questi sicuramente il Comune di Neviano (Le) nel quale opera l’Ecomuseo del Paesaggio delle Serre Salentine.

Il Salento va di moda: i grandi numeri e la forte presenza di turisti, soprattutto nel periodo estivo, sono il segnale di un trend che trova conferma annata dopo annata e sembra, almeno per il momento, non mostrare segni di stanchezza.

Il fenomeno sta rapidamente modificando non solo le abitudini, ma anche l’aspetto di questo territorio: il Salento sta velocemente cambiando per rispondere alla richiesta turistica ed alle sue esigenze.

Da queste considerazioni prende le mosse il presente prodotto editoriale, che sviluppa un’offerta di turismo alternativo alla riscoperta delle risorse, delle tradizioni, dei luoghi e della cultura della penisola salentina.
Un progetto pilota, un numero limitato di proposte esperienziali alla ricerca della vera essenza di questa terra: un itinerario al giorno – sette quanti sono i giorni della settimana – più una bonus track, come nei prodotti discografici.

Un’offerta alternativa innanzitutto in relazione ai luoghi, che privilegia le campagne e i centri interni, alla riscoperta della vocazione intima di questo territorio che è sempre stata agricola e legata all’entroterra. Alternativa nei tempi, nel tentativo di sfuggire alle masse e ai grandi numeri, che dedica i giorni infrasettimanali alle località maggiormente prese d’assalto e propone per il week-end itinerari meno noti e frequentati. Alternativa nelle tematiche: anche laddove l’itinerario tocca le località di quello che ormai si può considerare il Grand Tour salentino, il concept consiste nel privilegiare l’hinterland rispetto al centro, il racconto, la magia e la tradizione piuttosto che i luoghi abusati, il rapporto umano, l’approfondimento e l’esperienza personale rispetto al mordi e fuggi ed al divertentismo di massa. Alternativa, infine, nelle strutture di appoggio, nell’ottica di privilegiare l’offerta connessa, oltre che con i Circoli del territorio, con le tipologie dell’albergo diffuso, delle masserie didattiche, delle produzioni biologiche e sostenibili a km 0, delle attività e dei laboratori tematici.

Grazie ad Anna Caputo- Arci Lecce e Alessia Bleve (Spazio Sociale ZEI per l’itinerario 2), Angelo Bianco (Arci Rubik per l’itinerario 3), Michele Bonfrate (Terra Archeorete del Mediterraneo per l’itinerario 4), Francesco Brigante (per l’itinerario 5), Roberta Bruno (Arci Club Gallery per l’itinerario 6), Anna Caputo, Marcello Gennaro, Fabrizio Ghio, Zefferino Letizia (Arci Terradimezzo per l’itinerario 5), Fabiola Malinconico, Maria Vita Linciano (per l’itinerario 1), Loris Novelli (Associazione Arci Miele per l’itinerario 1), Silvano Palamà (Ghetonìa per l’itinerario 7), Emanuele Patti, Antonio Spagnolo (Arci Kmzero per l’itinerario 6), Aldo Summa (Ecomuseo di Neviano per l’itinerario 8).

> Visita il sito di Cascina Triulza – Padiglione della Società Civile

> Visita il sito di Edizioni Esperidi

Taranto: sede del progetto internazionale “Misteri e Fuochi” del Teatro Pubblico Pugliese

Una notizia che ha tutta l’aria di essere un’occasione positiva per Taranto“Misteri e fuochi sulle vie Francigene di Puglia” è un progetto internazionale organizzato dal Teatro Pubblico Pugliese dal 24 al 27 settembre e che, oltre a coinvolgere la città dei due mari, toccherà pure Bari, Lucera e Brindisi.

Installazioni artistiche, performance di grandi maestri di teatro, danza e visual art internazionale animeranno le quattro location appartenenti, per l’appunto, alla via Francigena pugliese.

IL TEMA DEL PROGETTO

Il tema è la sofferenza, il cammino spirituale, il pellegrinaggio catartico. Un viaggio catartico, insomma, che attraversa i territori e abbraccia la passione e il dolore contemporanei. La domanda è: chi sono i nuovi pellegrini e come vengono vissuti dalla nostra società?

“Misteri e fuochi” è un progetto FSC (P.O. FESR Puglia 2007-13 – Fondo per lo sviluppo e coesione 2007-2013 – Accordo di programma quadro rafforzato “Beni ed Attività Culturali” – La filiera del Teatro e della Danza) che la Regione Puglia ha affidato al Teatro Pubblico Pugliese, attraverso il quale si mira alla contaminazione tra tradizioni popolari e riti religiosi mediante nuove creazioni di teatro e danza che “raccontino” i territori e dialoghino con la contemporaneità, rafforzando il senso di identità culturale e di continuità delle comunità locali.

Un modo per promuovere e sviluppare, narrare attraverso le varie arti nelle comunità locali e non solo, le tradizioni, le storie, le passioni, le speranze e i desideri, i percorsi spirituali di una comunità nell’immaginario di una proposta artistica e dove diventano emozioni, passioni verso una comunità, un territorio.

PUGLIA: UNA DELLE VIE DEL PELLEGRINAGGIO VERSO LA TERRA SANTA

La Puglia è terra di fuochi, misteri, processioni e Santi. Il tacco d’Italia ospita una delle tre vie del pellegrinaggio che porta alla Terra Santa ed è da sempre considerata Porta d’Oriente. In Puglia la via del ritrovo è anche “via della passione”, lo ricorda la miriade di processioni e riti santi legati alla via Crucis; un luogo dove tradizioni spirituali antichissime possono incontrare riflessioni sulla condizione dell’uomo contemporaneo, un luogo di passaggio in cui lasciare il segno.


GLI ARTISTI INTERNAZIONALI CHE PARTECIPERANNO

Sei artisti internazionali sono stati invitati a creare opere inedite, site specific, ispirate alle tradizioni e alle suggestioni dei luoghi. La catalana Angèlica Liddell, gli iraniani Shoja Azari, Mohsen Namjoo e Shirin Neshat, l’uruguaiana Tamara Cubas e l’italiano Armando Punzo incontreranno Taranto e le altre città simbolo del territorio pugliese per creare le loro opere in relazione al tema della passione e del dolore; il dolore che colpisce, il dolore che educa, il dolore che tradisce. Una riflessione artistica, contemporanea, sulla sofferenza intesa come percorso verso la consapevolezza della condizione umana.

I LUOGHI DEL PROGETTO

Il progetto, nel dettaglio (gli eventi sono tutti a ingresso libero) prevede per 24 settembre 2015 (ore 19.30), al campo sportivo “Atleti Azzurri d’Italia” di Taranto, al quartiere Tamburi (di fronte al TaTÀ), “Voi non sapete la sofferenza dei Santi”, ideazione e regia di Armando Punzo; 25 e 26 settembre (ore 19,30 e 21,30) e 27 settembre (ore 18,30 e 20,30), al teatro Margherita di Bari(max 100 persone), “Passage Through the Word”, immagini, video e spazio scenico di Shoja Azari e Shirin Neshat, creazione musicale, canto ed esecuzione strumentale di Mohsen Namjoo; 26 settembre (ore 21), all’Anfiteatro romano di Lucera, “Multitud”, opera di danza contemporanea diretta da Tamara Cubas; 27 settembre (ore 17), al Castello Alfonsino (a mare) di Brindisi, “Las Puertas De La Carne”, ideazione e regia di Angélica Liddell.

“Misteri e Fuochi”, gode del partenariato dell’ANCT (Associazione nazionale dei critici di teatro) di Rai Radio3 ed è organizzato in collaborazione con la Soprintendenza Belle Arti e Paesaggio per le province di Lecce, Brindisi e Taranto, Pugliapromozione, Comune di Bari, Comune di Brindisi, Comune di Lucera, Comune di Taranto, Fondazione Nuovo Teatro Verdi, Museo Pino Pascali, Associazione Europea delle Vie Francigene.

Fonte: “SedicoTaranto”

“Storie di mare e marinai. Racconti, leggende e incursioni teatrali”, a cura del GAC Jonico Salentino

“Riscopriamo il valore del mare”, il progetto di comunicazione promosso da GAC Jonico Salentino e curato da Pazlab intende, con questa azione realizzata dalla Cooperativa Improvvisart, far emergere la parte di memoria del territorio legata al mare, la sua storia e il folklore utilizzando il teatro come medium di ricerca e attivazione comunitaria. Dopo aver incontrato negli scorsi mesi le comunità di Galatone, Nardò, Porto Cesareo e Gallipoli, sono state create quattro performance interattive con incursioni teatrali in abiti d’epoca come attività di restituzione site specific.

Gli attori di Improvvisart, interpretando le storie di vari personaggi, condurranno il partecipante alla scoperta dei luoghi, delle storie, degli aneddoti attraverso quattro imperdibili percorsi guidati.

Primo appuntamento il 19 settembre alle ore 19 a Santa Maria al Bagno, con partenza dal Museo dell’Accoglienza e della Memoria.

Una guida/attore in abiti d’epoca accompagnerà i partecipanti alla scoperta della storia che ha segnato la popolazione che abitava sulla costa, attraversando diverse epoche: dalla situazione delle “Cenate” del ‘700 si passerà all’epoca moderna, agli anni ’50 del ‘900 raccontando la difficile avventura degli ebrei nel piccolo paese salentino.

Strada Provinciale 108, angolo via Cesare Battisti.

Partecipazione gratuita. Per informazioni: 328 7686080

> Visita il sito del GAC – Gruppo d’Azione Costiera Jonico Salentino

Domenica 27 Settembre 2015 l’ottava edizione della “Giornata del Paesaggio” a Neviano (Le), a cura dell’Ecomuseo

Il Comune di Neviano – Assessorato alla Cultura e l’Ecomuseo del Paesaggio delle Serre Salentine di Neviano organizzano l’ottava edizione della “Giornata del Paesaggio” che si svolgerà Domenica 27 Settembre 2015.

La “Giornata del Paesaggio” è un’occasione per conoscere, unire e rendere più efficaci le azioni svolte dagli Ecomusei e da tutte le organizzazioni che svolgono, a livello italiano ed europeo, azioni di cittadinanza attiva in sintonia con la Convenzione Europea del Paesaggio. Questo trattato internazionale impegna gli Stati che vi hanno aderito, tra cui l’Italia, ad adottare politiche in grado di favorire la qualità del paesaggio sull’intero territorio nazionale, coinvolgendo nei processi decisionali le popolazioni interessate.

L’iniziativa è promossa da “Mondi Locali” (www.mondilocali.it), una comunità di pratica nata nel 2004 che oggi riunisce molti Ecomusei italiani (tra cui l’Ecomuseo delle Serre Salentine di Neviano), assieme ad altri organismi e singoli ricercatori che si riconoscono in un’idea di museologia basata sul rispetto delle comunità residenti verso il proprio patrimonio materiale e immateriale e verso le diversità entro e fra le culture. I suoi aderenti sono uniti dal desiderio di sviluppare iniziative di promozione del patrimonio locale e del paesaggio che coinvolgano direttamente gli abitanti e ne accrescano il benessere, e di condividerle con altri allo scopo di diffonderle e verificarne l’efficacia.

Il programma della giornata prevede, quest’anno, una passeggiata pomeridiana con iniziative che si svolgeranno presso il nuovo “Museo del Territorio” ubicato nell’Abbazia di San Nicola di Macugno, bene del SAC – Salento di Mare e di Pietre.
A piedi o in bicicletta, si raggiungerà il sito utilizzando la pista ciclabile dedicata che parte dall’Area Mercatale. Lungo il percorso gli esperti dell’Ecomuseo illustreranno le caratteristiche delle varietà botaniche e gli aspetti faunistici delle Serre Salentine.
Giunti a Macugno, le guide dell’Ecomuseo accompagneranno i partecipanti alla scoperta del sito archeologico e delle sale interne al museo, allestite con oggetti della quotidianità e della civiltà contadina, donati da numerosi abitanti del luogo.
È previsto anche l’intrattenimento musicale con karaoke.
Prima di esplorare il cielo e osservare le stelle con il telescopio collocato sulla terrazza del museo, sarà possibile degustare delle ottime friselle.

All’evento parteciperà la “Pro Loco Neviano”.

Questo il programma dettagliato:

– ore 15.30: raduno presso l’Area Mercatale

– ore 15.45: partenza; passeggiata lungo la pista ciclabile che porta al Museo del Territorio / Abbazia di S. Nicola di Macugno; percorso guidato con descrizione della flora e della fauna delle Serre Salentine

– ore 16.30: arrivo; visita guidata all’area archeologica e al museo

– ore 17.45: intrattenimento musicale e karaoke

– ore 19.00: frisellata

– ore 20.00: osservazione astronomica con telescopio

Dalle ore 20.00 alle 21.00, il Comune di Neviano garantisce un servizio di bus navetta per il rientro dei partecipanti a piedi. Per coloro che vogliono provvedere autonomamente al rientro, è possibile parcheggiare nell’area antistante il museo.

I caso di pioggia l’evento sarà rinviato al 4 Ottobre 2015.

INFO: 333.5359193 – 328.8620415

Anteprima “Misteri e Fuochi”: Sabato 19 Settembre a Taranto, visita guidata e guida alla visione.

Misteri e Fuochi – Pellegrinaggi d’arte sulle Vie Francigene di Puglia è il progetto internazionale del Teatro Pubblico Pugliese che raccoglie dal 24 al 27 settembre installazioni artistiche e performance di sei artisti internazionali di teatro, danza e visual art, ispirati alle tradizioni e alle suggestioni dei luoghi, che incontrano quattro città simbolo del territorio pugliese – Bari, Brindisi, Lucera, Taranto. Sono opere inedite in relazione al tema della passione, del dolore, del pellegrinaggio: una riflessione artistica, contemporanea, sulla sofferenza intesa come percorso verso la consapevolezza della condizione umana.

A Taranto, il 24 settembre, alle ore 21.00, nel Rione Tamburi presso l’ex campo sportivo Atleti Azzurri, è in programma lo spettacolo“Paradiso. Voi non sapete la sofferenza dei santi”, drammaturgia e regia di Armando Punzo. Il regista ricostruisce, ancora una volta con attori non professionisti, con “corpi negati alla scena” e con i cittadini di Taranto, il ciclo di una vita, sotto forma di festa, un paradiso artificiale per portare in scena, tramite la “città dell’ILVA”, un luogo ricco di simboli e significati, una riflessione sull’esistenza dell’uomo nell’epoca contemporanea.


Sabato 19 settembre, per saperne di più, a Taranto c’è Waiting for Misteri e Fuochi.
In coincidenza con le Giornate del Patrimonio 2015 e nell’ambito del progetto Puglia Open Days, il ricco calendario di aperture straordinarie e visite guidate del patrimonio culturale pugliese promosso da Regione Puglia e Pugliapromozione, appuntamento alle ore 20,00, presso l’ufficio d’informazione e accoglienza turistica nella Galleria Comunale del castello aragonese (pressi del ponte girevole) con la visita guidata al borgo antico di Taranto sul tema “Taranto sacra”. Tappa conclusiva dell’itinerario, alle ore 21,30, presso il Museo Diocesano di Arte Sacra, il MuDi, con la guida alla visione e il reading Pater. Il romanzo del lume a petrolio di Cesare Giulio Viola, a cura di Gaetano Colella, Teatro CREST. Previsto un brindisi con il vino primitivo di Manduria “Dies Irae” della Cantina Feudi del Cardinale (www.feudidelcardinale.com)

L’iniziativa della Regione Puglia, Assessorato Regionale all’Industria Turistica e Culturale, è affidata al Teatro Pubblico Pugliese ed è un progetto FSC (P.O. FESR Puglia 2007 – 2013 – Fondo di Sviluppo e Coesione – APQ “Beni e attività culturali” – La Filiera del Teatro e della Danza). Il Waiting for Misteri e Fuochi si svolge con il patrocinio dell’Arcidiocesi Metropolita di Taranto, grazie alla disponibilità della direzione del Museo Diocesano di Taranto e della Cooperativa Custodis Artis di Taranto, con il supporto del Touring Club Italiano, dell’Associazione Italiana Sommelier – Delegazione di Taranto, della Pro Loco di Taranto, dell’Associazione Vento di Mare.

Infoline +39 328 6917948 h 11,00 – 13,00; 16,00 – 18,00
promozione@teatropubblicopugliese.it

Siti internete e hashtag ufficiali:
www.viaggiareinpuglia.it
www.misteriefuochi.it
www.touringclub.it

#pugliaopendays
#misteriefuochi
#ioviaggiotouring

Fonte: Touring Club Italiano – Club di territorio Brindisi