Il fenomeno Little Free Library giunge a Campomarino di Maruggio (Ta). Sabato 24 giugno l’inaugurazione di due mini biblioteche

Il successo del movimento culturale americano, Little Free Library, approdato nel Salento da oltre quattro anni sembra inarrestabile. Continuano le installazioni delle colorate e graziose mini biblioteche nel territorio pugliese dove Paola Bisconti, pioniera dell’iniziativa nel Sud Italia, opera da diverso tempo diffondendo un’iniziativa paragonabile a una vera e propria rivoluzione culturale.

Sabato 24 giugno sarà la volta di Campomarino, frazione di Maruggio e nota località turistica per i bagnanti del territorio e dei turisti che ogni anno durante la stagione estiva scelgono questa meta per la bellezza delle spiagge e del mare che le lambisce.

Tra i vari servizi a loro rivolti per beneficiare di una piacevole vacanza a breve sarà possibile usufruire anche di quello libraio grazie al montaggio di una casetta dei libri che sarà inaugurata alle ore 19:00 nel parco pubblico, nei pressi dell’ex seminario vescovile, grazie ai gestori della “Pizzeria d’asporto da Giovanna” – Pizza al taglio Panzerotti, “Casa Mia” – Gelateria Caffetteria Frutteria e “Blanco Grill” – Meet Wine & Food.

Sempre nella serata di sabato 24 giugno seguirà una seconda inaugurazione prevista per le ore 20:00 in Piazza Tahon de Revel dove sorgerà la Little Free Library voluta dai proprietari de “La Pinetina” – Caffetteria Paninoteca.

Gli appuntamenti patrocinati dal Comune di Maruggio si sono resi possibili grazie alla collaborazione della Consigliera delegata al Turismo – dott.ssa Tiziana Destratis –  e con l’A.P.S. “Play your Place” di Maruggio – nella figura dell’arch. Aldo Summa – che tanto si sono prodigati per la concretizzazione di un progetto che mira a sensibilizzare la comunità al piacere della lettura e a riscoprire il potere aggregante dei libri.

Le mini biblioteche sapientemente costruite da Manuele Babila saranno a completa disposizione dei cittadini che gratuitamente potranno consultare e/o prendere in prestito i libri presenti nelle casette il cui funzionamento dettagliato, la storia e gli obiettivi saranno illustrati da Paola Bisconti che concluderà i due incontri con un momento di lettura animata rivolta ai presenti.

> Leggi l’articolo “Sulle strade dei libri. Viaggio nei mondi della lettura”: presentazione del libro di Paola Bisconti, Sabato 20 Maggio presso la Biblioteca Comunale di Maruggio (Ta)”

> Leggi l’articolo “Le Little Free Libraries sulle spiagge e nelle piazze del Salento”

> Leggi l’articolo “Little Free Library: la biblioteca diffusa che promuove la cultura e il senso di comunità. Cos’è e come funziona”

Il 25 Giugno torna “99 Borghi”: visita guidata gratuita sulle Dune di Campomarino di Maruggio (Ta)

 

Ritorna il #raccontodipuglia e continua l’attività di promozione territoriale delle bellezze locali.
Il 25 Giugno 2017, infatti, torna “99 Borghi”, l’iniziativa di visite guidate gratuite promossa da Confcommercio Puglia in collaborazione con Confguide Puglia e Pugliapromozione.

Protagonisti della giornata saranno i Comuni pugliesi legati alla costa e al mare.

Campomarino di Maruggio – in provincia di Taranto – è inserita nel prestigioso elenco di paesi che aderiscono all’iniziativa.
E grazie alla partnership territoriale con l’A.P.S. “Play your Place” i visitatori saranno accompagnati alla scoperta delle meravigliose dune, che proprio in questo periodo sono impreziosite dalla fioritura del timo arbustivo e dell’elicriso.

La guida turistica locale vi aspetta alle ore 10.00 in Piazzale Italia (sotto la “Torre de’ Molini”).

Per prenotarsi (prenotazione consigliata ma non obbligatoria) e per consultare l’elenco dei borghi visitabili il 25 Giugno, visita il sito dedicato.

Per informazioni: 349.1971486

Regione Puglia: un bando da 20 milioni di euro per realizzare “Community Library”, per recuperare immobili e promuovere la lettura

La cultura come leva strategica di uno sviluppo incentrato sulla produzione di ricchezza durevole in cui le risorse pubbliche sono investite a favore del benessere collettivo e dell’occupazione. In quest’ottica il patrimonio culturale, materiale e immateriale, rappresenta un potenziale incredibile per il territorio regionale.

SMART-IN è la strategia regionale per il rilancio del patrimonio culturale che punta a garantire la valorizzazione, la fruizione e il restauro dei beni culturali di Puglia. Un unico grande bando pubblico che, con una dotazione di 100 milioni di euro, si snocciola in quattro macro aree: Community Library, Laboratori di Fruizione, Teatri Storici, Empori della creatività.

Già da domani, Enti locali, istituzioni scolastiche e universitarie, proprietari di istituti e luoghi di cultura, soggetti gestori pubblici e/o privati senza scopo di lucro, potranno presentare i primi progetti di investimento per la realizzazione di “Community Library”.

Si tratta biblioteche di comunità, capaci di restituire ai cittadini l’essenza vera dei territori pugliesi, quella capacità di aggregare e innovare diffondendo, al contempo, la conoscenza e la promozione della lettura per recuperare un gap che oggi vede la Puglia e l’Italia tutta ancora troppo indietro per numero di lettori. Sarà possibile rendere più godibili gli spazi, impreziosirli, favorirne la funzionalità sia attraverso il recupero e il restauro di beni immobili sia attraverso la dotazione di strumenti e attrezzature adeguate e innovative.

I primi venti milioni di euro, la dotazione prevista per le Community Library, saranno quindi destinati a finanziare progetti di investimento fino a un importo massimo di due milioni di euro.

“Questo bando – ha detto il presidente Emiliano – riguarda l’intera regione, a partire dai Comuni, dalle scuole e dagli enti che gestiscono immobili di particolare importanza che possono essere adibiti alla funzione di biblioteca e alla fruizione pubblica, e che possono avere elementi di innovazione tecnologica. Questo processo dunque è connesso al restauro di immobili di particolare pregio. Il bando, con 100 milioni di finanziamento, mette insieme la gestione delle biblioteche con il restauro, dando occasioni di rilancio della fruizione e di innovazione anche per le qualifiche delle persone che saranno chiamate a lavorarci”.

“Con questo bando – ha detto l’assessore regionale all’Industria turistica e culturale, Loredana Capone – puntiamo a valorizzare i beni culturali, a far sì che la cultura divenga patrimonio di tutti i cittadini. Non solo bene statico. La valorizzazione dei beni concorre poi a favorire l’occupazione in un settore importante per dare prospettiva ai talenti pugliesi spesso costretti a emigrare. Ovviamente se un bene culturale diventa attrattore incide anche sul turismo e, quindi, sulla crescita economica e culturale delle città e del territorio regionale. Dobbiamo inoltre favore gli investimenti in innovazione usando tutti gli strumenti disponibili: dalle nuove tecnologie all’innovazione dei processi di fruizione, al coinvolgimento del privati. Ci siamo chiesti quali sono le sfide che le istituzioni culturali si trovano ad affrontare nella società contemporanea. Che cosa significa aprirsi al cambiamento per dare risposta alle necessità, alle aspettative dei territori e delle comunità? Siamo arrivati alla conclusione che valorizzazione culturale, innovazione e qualità dei servizi sono i temi che più si connettono alle priorità. Tutto questo con una visione che pone al centro il cittadino”.

Per info sul bando e le misure consultare: por.regione.puglia.it     www.piiilculturapuglia.it      www.regione.puglia.it

Leggi e scarica il calendario delle presentazioni del bando

Fonte: Regione Puglia

Pietre e muretti a secco. Donatella Murtas ospite del Parco “Otranto-Leuca”

Una giornata dedicata al patrimonio paesaggistico dei muretti a secco raccontato dal noto architetto torinese Donatella Murtas, ideatrice e coordinatrice dell’Ecomuseo dei Terrazzamenti e della Vite di Cortemilia (Cuneo), oggi coordinatrice dell’Alleanza Mondiale per il Paesaggio Terrazzato – Sezione Italiana. 

Nel corso dell’iniziativa in programma per Venerdì 16 Giugno alle ore 17,30 presso il Castello di Andrano (Le) sarà presentato il suo libro:“Pietra su pietra”, realizzato nell’ambito del progetto di cooperazione per la costituzione di una rete ecomuseale per la gestione dei propri paesaggi. Una guida pratica e divulgativa alla costruzione, alla manutenzione e al recupero delle costruzioni a secco, perché chi vive il paesaggio possa continuare o tornare a prendersi cura della propria architettura di pietra. Con l’autrice dialogheranno i maestri paretali salentini.

Dopo i saluti del Presidente del Parco Regionale Naturale Costa Otranto – S. Maria di Leuca e Bosco di Tricase, ing. Nicola Panico, interverranno Loredana Capone, Assessore all’Industria Turistica e Culturale della Regione Puglia; Maria Piccarreta – Soprintendente Archeologia, Belle Arti e Paesaggio delle Province di Brindisi, Lecce e Taranto e Loredana Magurano – La.Ar.Pa. s.r.l. – Laboratorio di Architettura del Paesaggio.

Nella seconda parte del pomeriggio sarà proiettato il video “Costruire in pietra a secco”, un lavoro sui costruttori a secco nel mondo, realizzato dalla stessa Murtas assieme ad altri colleghi europei all’interno del Lifelong Learning Programme dell’Unione Europea (Leonardo Project).

In questa occasione sarà lanciato il concorso fotografico a premi “Uno scatto per il paesaggio”, i cui lavori verranno presentati con una mostra fotografica presso il Castello di Andrano e itinerante negli altri Comuni del Parco.

L’incontro del 16 Giugno è organizzato nell’ambito del programma delle attività culturali per il triennio 2016-2018 promosso della Regione Puglia, LA.AR.PA. s.r.l. – Laboratorio di Architettura del Paesaggio in collaborazione con il Parco Regionale Naturale Costa Otranto – S. Maria di Leuca e Bosco di Tricase.

Camminando dal tramonto alla luna calante, dalla campagna maruggese alle dune di Campomarino

Sabato 10-06-2017, Maruggio, Piazza San Giovanni ore 18.30.
Ci s’incontra con gli amici di Play your Place, altri amici si uniscono a noi, e così inizia la nostra passeggiata che si svolgerà in parte con l’ausilio della luce del giorno e in parte, si spera viste le nuvole che coprono quasi totalmente il cielo, con la luce della Luna che è quasi piena.

Ci dirigiamo per una stradina di campagna verso la zona della Maviglia, prendiamo un tratturo tra due muri a secco, e ci introduciamo così in quello che pare un parco di alberi monumentali, tanti ulivi ultrasecolari a perdita d’occhio, dalle forme più suggestive e dai tronchi immensi, in una atmosfera rilassante che ci rapisce e ci accompagna alla scoperta di muri a secco, trulli, casodde e tranquillità fino a perdersi… magicamente.

Alla fine di questo parco meraviglioso, vediamo a distanza la Masseria Maviglia, mastodontica e particolare, entriamo dallo strano portale che ci introduce in quello che era il giardino, con i suoi alti alberi su una altura che domina fino al mare. Scendiamo fino a passare davanti all’entrata principale, vediamo la bella colombaia circolare, nell’altro giardino.

Ci allontaniamo ormai al tramonto, che ci regala l’ultima vista fantastica, immaginiamo quel posto quando era vissuto, dagli uomini al lavoro, dagli animali, un altro mondo a noi ormai lontano.

Attraversiamo il piccolo boschetto di lecci, il tempo di passare dai trulli gemelli, e via, verso il Monaco Mirante, qui la chiesetta dedicata alla Madonna di Guadalupe, un piccolo borgo di abitazioni che fanno da cornice alla masseria, e le casette dei pescatori ormai semi crollate e in totale abbandono.

Arriviamo così sulle dune, la Luna fa capolino su di un mare calmo ed invitante, ce lo godiamo per un po’, qualcuno non vuole più ripartire, ma è tempo di andare.

Ci dirigiamo verso Campomarino dove, sotto la pinetina, ci aspettano un panzerotto e una bella birra ghiacciata, anche questa è TerrA NostrA … E come al solito… appuntamento alla prossima in TerrA NostrA !!!

Autore articolo: Piero Melchiorre – A.S.D. “Terra Nostra”