Gli “Amici della Ceramica” visitano il centro storico di Maruggio, in compagnia dei Tutor di “Play your Place” – Maruggio

Si è svolta Domenica 18 Marzo 2012 a Maruggio la passeggiata “Sulle tracce dei Cavalieri di Malta” in compagnia dei soci dell’“Associazione Nazionale Amici della Ceramica” (Delegazione Puglia – Torre Columena – Manduria).

Tutor Diocesani dei Beni Culturali Ecclesiastici (arch. Aldo Summa e arch. Maria Adele Marsella), componenti dell’Associazione di Promozione Sociale “Play your Place. Il luogo in gioco” di Maruggio, hanno accompagnato i visitatori alla scoperta del bellissimo centro storico maruggese, tra chiese, viuzze e antiche dimore.

La visita ha avuto inizio nell’atrio del Castello dei Commendatori presso cui è stata narrata la storia dei cinque secoli di presenza dei Cavalieri di Malta a Maruggio. Sono stati visitati i bellissimi locali del Castello, di proprietà dell’arch. Favale e del Maestro Caraccio, cui va un sentito ringraziamento per la generosa disponibilità.
Il gruppo dei visitatori (più di 50 persone provenienti da più zone del Salento, ma anche da fuori regione) è stato condotto in Chiesa Madre: vivo stupore hanno espresso i partecipanti al tour dinanzi alle bellissime tele e di fronte all’urna che custodisce le spoglie di San Costanzo Martire.
Don Gregorio Mastrovito ha salutato i numerosi visitatori concedendo loro di visitare le stanze della Casa Canonica. Anche al nostro Parroco vanno i più sentiti ringraziamenti per la sensibilità dimostrata, in questa come in altre circostanze.

Un rapido accenno alla Chiesa di San Giovanni Battista Penitente fuori le mura e poi dritti alla Chiesa dedicata a “S. Maria delle Grazie”, dove sono stati presentati gli splendidi altari di epoca barocca, dedicati ai Santi francescani.

La visita si è conclusa nel coloratissimo chiostro dell’ex Convento dei Frati Minori Osservanti, tra la meraviglia dei partecipanti alla visita guidata.

Il gruppo dei partecipanti, poi, è stato accompagnato presso il Resort “Le Fabriche”della dott.ssa Alessia Perrucci, la quale ha proposto agli ospiti i gustosi piatti della cucina locale, abbinati ai rinomati vini prodotti nell’omonima azienda.
La giornata si è conclusa nei locali di Torre Columena dove ha sede una interessantemostra dal titolo “Keramo e Bacco” allestita a cura del Presidente dell’Associazione “Amici della Ceramica” – il carissimo Elio Scarciglia – con manufatti ceramici per vino del XVIII – XIX e XX secolo.

Introduzione al progetto “VIAGGInellaTERRAdiMEZZO”. Tra i partner anche “Play your Place” di Maruggio

Introduzione al Progetto di Sviluppo finanziato alla Fondazione Moschettini di Copertino con il bando Storico Artistico Culturale 2011 dalla FONDAZIONE con il SUD che da avvio ad una iniziativa che mette a sistema tutti i beni Storico-Archeologico Culturali Messapici delle tre Province del Salento (Lecce, Brindisi e Taranto) utilizzando la mobilità slow (Treni delle Ferrovie Sud Est e Biciclette).

Oggi a Lecce la presentazione del progetto “VIAGGInellaTERRAdiMEZZO”. Tra i partner anche “Play your Place” di Maruggio

Oggi, 21 febbraio 2012, alle ore 11.00, presso il MUSA – Museo Storico-Archeologico (Complesso Studium 2000) dell’Università del Salento, si terrà la conferenza stampa di presentazione del progetto VIAGGI nella TERRA di MEZZO promosso da un raggruppamento di partner con capofila la Fondazione Moschettini di Copertino e sostenuto dalla FONDAZIONE CON IL SUD attraverso il Bando Storico-Artistico Culturale 2011 per un investimento totale di € 531.300,00 ed un sostegno economico della Fondazione con il Sud di € 420.000,00.

Il progetto intende promuovere e tutelare il ricco patrimonio Messapico, che lega le tre province del Salento (Lecce, Brindisi e Taranto), mettendo a sistema i beni visitabili per realizzare prodotti turistici attraverso itinerari basati sui percorsi e le tratte strutturate dalle Ferrovie Sud Est, il tutto con un coinvolgimento del territorio “dal basso” e la promozione di valori sociali attraverso la messa in rete di vari soggetti che operano nel sociale, nelle politiche giovanili, con i soggetti svantaggiati.

Alla conferenza stampa intervengono:

❖ Pietro Ferrari Bravo, Direttore Generale della Fondazione con il Sud
❖ Luigi Del Prete, Presidente della Fondazione Moschettini
❖ Mauro Quarta, progettista e coordinatore del progetto
❖ Lory Larva, divulgatrice scientifica

Saranno, inoltre, presenti i rappresentanti legali dei cinque partner di progetto:
Associazione AISAF di Lecce – MERIDIES società cooperativa di San Donato di Lecce – Cooperativa IL PRIMO SOLE di Taurisano – Associazione PLAY YOUR PLACE di Maruggio (TA) – PROJECT LAB di Lecce.

Scarica il comunicato stampa del progetto ViagginellaTerradiMezzo

L’escursione di Arneotrek tra le bellezze naturalistiche e storico-artistiche di Maruggio

Si è svolta domenica scorsa l’escursione “I borghi del Salento…Maruggio” a cura dell’associazione Arneotrek, che ha visto la partecipazione di numerose persone, provenienti per lo più dall’Alto Salento (Nardò, Galatone, Casarano, Porto Cesareo, Leverano ecc). Nutrito il gruppo dei partecipanti maruggesi.
Riuscitissima l’escursione a Maruggio, nell’agro e sul litorale. Uno stupendo sole primaverile ci ha accompagnati per tutta la giornata.
Il cammino ha avuto inizio alle 10.00. Dalla Piazza del Popoloci siamo diretti verso un’antica cappella votiva cui i passanti fanno visita prima di lasciare il paese per prendere la via dei campi e degli di ulivi secolari che abbiamo potuto ammirare nelle loro forme più diverse e affascinanti, come dei “monumenti naturali” quali sono.

Attraversando prati in fiore, ammirando antichi trulli, costruiti a secco pietra su pietra come i gli antichi muretti che accompagnano il panorama in tutta la nostra regione, siamo arrivati al tempio del Sole, luogo che ospitò antichi riti pagani propiziatori per la buona riuscita del raccolti. Dopo aver attraversato una suggestiva pineta , siamo arrivati alla Masseria “La Maviglia”, un antico luogo di lavoro contadino, tra campi da coltivare e animali da governare: un’autentica “azienda agricola” del secolo scorso, di proprietà della famiglia dei conti D’Ayala ancora oggi, ma ormai in stato di abbandono.

Abbiamo poi continuato il nostro percorso dirigendoci verso il mare, presso l’antico avamposto d’avvistamento “Torre Borraco”, che si affaccia sulle “dune”, ora territorio protetto di interesse naturalistico, dove un limpido e fresco ruscello di acqua dolce riaffiora dalla falda e si getta nel mare.

Dopo il break, il nostro cammino è ripreso accanto alle “dune”: il profumo del mare e del timo ci ha accompagnati per qualche km, in direzione di Campomarino. Siamo poi rientrati verso l’interno per visitare la Masseria del “Mirante”, ora in via di ristrutturazione, adiacente un piccolo borgo di piccole case che fanno compagnia a una chiesetta del ’700, offrendo al passante la possibilità di immaginare tutta la vita che poteva svolgersi intorno al luogo, dove si viveva, si lavorava e si pregava.

Il nostro percorso ci riporta ora a Maruggio per visitare il centro storico e le Chiese. Ad attenderci presso il chiostro del Convento, ora sede del Municipio, ci sono il dott. Antonio (Tonino) Filomena e i Tutor dei Beni Culturali Ecclesiastici di Maruggio (arch. Aldo Summa e arch. Maria Adele Marsella). Filomena ci ha accolto nel bellissimo chiostro affrescato raccontandoci la storia di Maruggio, dai Templari passando per i Cavalieri di Malta fino ai nostri giorni: un tuffo nella storia narrato con piglio e accuratezza di dati.

Gli amici dell’Associazione “Play your Place. Il luogo in gioco”, invece, ci hanno accompagnato alla scoperta dei tesori custoditi nelle Chiese della nostra Parrocchia: “Santa Maria delle Grazie” e “Chiesa Madre”. Autentici gioielli architettonici e artistici che hanno lasciato a bocca aperta tutti i partecipanti al trekking.

Ognuno di noi, alla fine della giornata, si è portato a casa un ricordo esaltante del cammino svolto: un pezzo di paesaggio contadino, uno scorcio di centro storico… Maruggio ha, ancora una volta, conquistato tutti con la sua magia e le sue bellezze uniche. Tutti noi maruggesi non possiamo che essere orgogliosi della bella figura che abbiamo fatto davanti agli occhi di questi visitatori!

Anna Rossetti