Giornate FAI all’aperto: il 27 e 28 Giugno torna l’appuntamento con la bellezza dell’Italia. A Taranto, visitabili i Giardini dell’Ospedale Militare e la Villa Peripato

Per godere della bellezza dell’Italia in tutta sicurezza, il FAI – Fondo Ambiente Italiano – organizza un’edizione speciale delle Giornate all’aperto nei giardini di Taranto: quello dell’Ospedale Militare e quello di Villa Peripato.

I “ciceroni” coinvolti per l’occasione – tra i quali anche l’architetto Aldo Summa, guida turistica abilitata dalla Regione Puglia, nonché componente dell’A.P.S. “Play your Place” di Maruggio – avranno il piacere di accompagnarvi alla scoperta di questi preziosi polmoni verdi della città jonica prospicienti il Mar Piccolo.

I giardini dell’Ospedale Militare, insieme all’attigua Villa Peripato rappresentano una testimonianza quasi del tutto intatta del paesaggio dell’antica via di Santa Lucia, strada decantata da scrittori e viaggiatori affacciata sul primo seno del Mar Piccolo, dove sorgevano le antiche ville delle nobili famiglie tarantine. I giardini dell’Ospedale Militare, vero paradiso nel centro città, sono strutturati su di un pendio organizzato a gradoni e terrazzi che ricalca la cavea di un edificio teatrale. Al suo interno sono custodite alcune sculture che adornavano la famosa villa Capecelatro abbattuta sul finire dell’Ottocento per far posto all’Arsenale Militare.
I Giardini del Peripato invece sono presenti almeno dalla fine XVII secolo col nome di giardino di Sant’Antonio, di proprietà della famiglia de Beaumont, che qui aveva la propria residenza di villeggiatura. nei primi decenni del Novecento il sito passò al Comune di Taranto che volle realizzare una Villa Comunale.

Le visite saranno possibili solo su prenotazione obbligatoria da effettuare online tramite questo link:

https://www.fondoambiente.it/luoghi/giardini-ospedale-militare?gfp

a partire dal 23 Giugno, fino a esaurimento posti, e non oltre le ore 15.00 del 26 Giugno.

Al momento della prenotazione online, vi sarà richiesto anche il vostro contributo per il FAI, importantissimo per permettere di continuare quelle attività di restauro, tutela, valorizzazione del patrimonio d’arte e natura italiano che vede l’associazione impegnata da 45 anni.

Punto di ritrovo: banchetto FAI presso Piazza Kennedy.
Orario di visita, Sabato e Domenica: 9.00-11.00/17:00-20:00 (ultimi ingressi 10:30 e 19:30 – pausa dalle 11 alle 17). Turni di visita ogni 30 minuti, gruppi di 15 persone. Durata della visita: 40’

Ricordiamo che i Giardini dell’Ospedale Militare, partecipano alla decima edizione del censimento “I Luoghi del Cuore”.
Per votare – fino al 15 Dicembre – seguire la procedura attraverso il seguente link: https://www.fondoambiente.it/luoghi/giardini-ospedale-militare?ldc

> Per maggiori informazioni, visita il sito FAI – Fondo Ambiente Italiano

Si riparte, in sicurezza! Anche quest’estate “Play your Place” propone le visite guidate e le escursioni alla scoperta di Maruggio e Campomarino

Finalmente è giunto il momento di voltare pagina e ripartire, seppure con tutte le attenzioni e le limitazioni in conformità alle ordinanze di contenimento dell’epidemia da Coronavirus.

Dopo la riapertura di quasi tutte le attività economiche e commerciali, ripartono in sicurezza anche la cultura e le visite guidate, e con esse tornano i servizi di promozione territoriale proposti dall’Associazione “Play your Place”, che da oltre 10 anni è impegnata in iniziative professionali di accompagnamento ai turisti alla scoperta del ricco patrimonio culturale e naturalistico locale.

Quella del 2020 sarà l’estate del turismo di prossimità (con la Puglia tra le mete più favorite), per una riscoperta dei borghi e delle bellezze paesaggistiche. Dopo le note circostanze dovute al lockdown, c’è voglia di libertà e di riappropriarsi dei propri spazi, magari prediligendo una mobilità sostenibile.
E cosa c’è di più libero e green di una bella passeggiata nel centro storico di Maruggio (riconosciuto come uno tra i “Borghi più belli d’Italia”), o di un’escursione lungo il litorale per deliziarsi gli occhi e l’anima dei colori e dei profumi del mare di Campomarino (insignito, anche quest’anno, della “Bandiera Blu”)?

I turisti che sceglieranno di trascorre le vacanze in zona, potranno scegliere se effettuare visite guidate nelle chiese e nel centro storico che conserva ancora le tracce della presenza dei Cavalieri di Malta, oppure preferire una passeggiata naturalistica sulle dune o a ridosso della “Torre dell’Ovo”, per conoscerne la biodiversità, le vicende archeologiche ed ammirare gli splendidi scenari che digradano dolcemente nel mare; potranno scegliere se immergersi nel paesaggio rurale, partecipando alle originali escursioni (a piedi o in bicicletta) lungo gli interessanti itinerari immersi nelle campagne ulivetate, caratterizzate da muretti a secco, trulli, “casodde”, masserie e cappelle votive, oppure percorrere il litorale per contemplare le opere di difesa costiera, dalle torri anticorsare ai resti dei bunker dell’ultima guerra.

Le visite e le escursioni guidate organizzate da “Play your Place” si potranno svolgere al mattino, il pomeriggio ed anche di sera, durante la settimana o nei weekend.
Basterà prenotare – obbligatoriamente – con qualche giorno di anticipo la propria esperienza di visita per concordare l’orario più comodo.

Nel rispetto delle misure previste per il contrasto alla diffusione del Covid-19, e per garantire la sicurezza delle persone e il distanziamento sociale, i gruppi saranno di massimo 12 persone per turno di guida (12 adulti + bambini).
I visitatori dovranno munirsi di mascherina
, che va tenuta sempre a portata di mano e indossata qualora non si possa garantire la distanza di sicurezza, ovvero in particolari condizioni di necessità indicate dalla guida.

Per informazioni sulle attività e prenotazioni, potete chiamare il 349.1971486.
Vi risponderà la Guida Turistica del posto – abilitata dalla Regione Puglia – che avrà il piacere di illustrarvi approfonditamente tutto ciò che di unico, curioso ed emozionale vi riserva il nostro territorio.

Ingegno e passione nei presepi esposti nella Chiesa dell’ex Convento di Maruggio (Ta)

Ingegno, costanza e passione: con questi elementi, anche quest’anno – per l’ottavo anno consecutivo – assieme a tanti espositori (principianti e/o professionisti) l’A.P.S. “Play your Place” ha regalato a tutta la comunità di Maruggio (Ta) la possibilità di ammirare una varietà di presepi nella Chiesa dell’ex Convento, continuando a perpetrare una tradizione artistica e spirituale che si perde nella notte dei tempi.

In esposizione numerosi lavori presepiali, realizzati con ingegno, passione e nelle forme e dimensioni più svariate. Per tutti, ovviamente, i consensi entusiasti dei numerosi visitatori, che hanno avuto la possibilità di ammirare le diverse creazioni nei giorni più importanti delle festività natalizie.

Un grazie, quindi, ai Maestri presepisti: Anna Lacorte, Franco Vaccarella, Angelo Massa, Silvano Doria, Salvatore Saracino e Pietro Palummieri – Palù di Maruggio; Luigi Lombardi di Torricella; Mimmo Massafra, Peppe Guida e Gregorio Prudenzano di Manduria; Giuseppe Buccoliero di Sava.

Grazie per il sostegno anche al Comune di Maruggio che ha sempre patrocinato – fin dalla prima edizione – questa iniziativa, e alla Parrocchia “SS. Natività di Maria Vergine” per la disponibilità all’utilizzo del prezioso scrigno e luogo sacro.

Le Natività degli artigiani. Articolo sulla “Mostra dei Presepi” di Maruggio (Ta), su “quiSalento”

Si entra nella dimensione intima e domestica del presepe artigianale, a Maruggio, dove artigiani, famiglie e semplici amatori partecipano con le loro Natività realizzate a mano all’ottava edizione della Mostra dei Presepi, allestita dall’associazione Play your Place in collaborazione con la parrocchia SS. Natività di Maria Vergine, all’interno della chiesa di Santa Maria delle Grazie.
Dal paesaggio mediterraneo alle scene di vita contadina, dal sughero al legno fino ai materiali di riciclo, la storia dell’avvento e della Natività è declinata in decine e decine di tecniche, ambientazioni e allestimenti, secondo la creatività e l’estro dell’autore.
Nell’ex convento dei Frati Minori Osservanti, a ogni presepe è riservato un posto sotto i cappelloni dei Santi Francescani, sui maestosi altari barocchi.
La mostra si inaugura martedì 24 dicembre alle 18, dopo l’accensione di “fuechi ti Cristu piccinnu”, i falò devozionali della vigilia di Natale.

La mostra è visitabile dal 24 al 27 dicembre, dalle 18 alle 21, e il 1° e 6 gennaio dalle 18 alle 20.

Fonte: “quiSalento”, 15-31 Dicembre 2019

La tradizionale “Mostra dei Presepi” nella Chiesa dell’ex Convento di Maruggio (Ta)

Un appuntamento ormai atteso da tutta la comunità: è la “Mostra dei Presepi” amatoriali che per l’ottavo anno consecutivo si allestirà in occasione delle prossime festività natalizie a Maruggio (Ta).

Anche quest’anno, infatti, l’A.P.S. “Play your Place” ha chiamato a raccolta tutti coloro che impegnano ancora il proprio tempo libero nella costruzione del presepe tradizionale, e insieme a questi appassionati continuare a mantenere viva una consuetudine che si ripete da tempo immemore.

Ogni anno, lo straordinario evento della nascita di Gesù Cristo è declinato dalla creatività e dal saper fare dei numerosi presepisti che mettono hanno il piacere di mettere in mostra il risultato di tanto impegno e devozione.

La “Mostra di Presepi” sarà allestita all’interno della Chiesa di “S. Maria delle Grazie” (ex convento dei Frati Minori Osservanti) sita in Via Vittorio Emanuele a Maruggio. Nei magnifici cappelloni dedicati ai Santi francescani – e accostate agli splendidi altari barocchi – le opere presepiali risplenderanno in tutta la loro bellezza!

L’inaugurazione della mostra è prevista per il 24 Dicembre 2019 alle 18.00, dopo l’accensione de “li fuechi ti Cristu Piccinnu”.

La mostra resterà aperta al pubblico rispettando il seguente calendario:

– 24-25-26-27 Dicembre 2019, dalle ore 18.00 alle ore 21.00
– 1 – 6 Gennaio 2020, dalle ore 18.00 alle ore 20.00

La “Mostra dei Presepi” è organizzata dall’A.P.S. “Play your Place. Il luogo in gioco”, nell’ambito del progetto pluriennnale “Cultura Arte e Fede”, ed è realizzata in collaborazione con la Parrocchia “SS. Natività di Maria Vergine” di Maruggio e con il patrocinio del Comune di Maruggio (Ta).

Quest’anno, inoltre, saranno esposti anche i lavori artistici prodotti dei ragazzi delle Quinte Elementari e delle Prime Medie frequentanti il Catechismo. L’iniziativa a premi – giunta ormai alla quarta edizione – si inserisce nel progetto “Lasciate che i bimbi vengano a me”, attraverso il quale si intende coinvolgere i ragazzi, le loro famiglie e i catechisti nella produzione di disegni, dipinti e sculture attinenti il Natale o la Pasqua.

Per informazioni: 349.1971486