A Lecce il 21 Gennaio: “Alberi in città”, giornata di studio per la valorizzazione e la cura delle alberature urbane e periurbane

“Alberi in città”, giornata di informazione, sensibilizzazione, formazione e divulgazione di buone pratiche riguardanti il verde urbano, è un progetto del Comitato Verde Santa Rosa di Lecce, co-organizzato con l’Ordine dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali della Provincia Lecce e con l’Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Lecce.

L’evento è in programma il 21 gennaio 2016 presso la sala conferenze del Rettorato dell’Università del Salento.

L’iniziativa è sostenuta da Biopuglia srl – Servizi a tutela dell’ambiente, e si avvale del patrocinio di Comune di Lecce, Provincia di Lecce, Regione Puglia, Università del Salento, Consiglio didattico di Scienze Ambientali dell’Università del Salento, Corso di laurea magistrale interateneo in Progettazione delle aree verdi dell’Università di Genova, DiCEM – dipartimento delle Culture europee e del Mediterraneo dell’Università della Basilicata, Ordine degli Psicologi della Regione Puglia.

Il convegno è stato concepito per offrire ad operatori del settore, tecnici, professionisti, ricercatori, studenti e liberi cittadini l’opportunità di sensibilizzarsi a un modello contemporaneo di paesaggio urbano, contribuendo ad aumentare la qualità della vita nelle città. Ciò attraverso la discussione di esperienze e visioni che affrontino la questione da prospettive differenti, e la condivisione delle buone pratiche per la cura e la valorizzazione delle alberature urbane e periurbane.

Tre, dunque, i temi principali attorno a cui si focalizzeranno gli interventi: l’architettura del paesaggio; gli studi sul microclima urbano e le questioni tecniche relative alla corretta manutenzione delle alberature; gli aspetti psicosociali relativi al paesaggio urbano, ovvero il rapporto tra qualità dell’ambiente e benessere psicofisico dell’uomo.

I temi verranno sviluppati attraverso l’apporto di relatori interessati a vario titolo alla questione del paesaggio urbano: agronomi, architetti, psicologi, sociologi, giornalisti, imprenditori sociali.

La partecipazione al convegno prevede il riconoscimento di crediti formativi professionali per i dottori agronomi e architetti.

«L’idea di un convegno sugli alberi è maturata dopo tre anni di pensiero e azioni per sensibilizzare al verde, bene comune, e spingere i nostri concittadini a iniziare a considerare questo patrimonio, e gli alberi nella fattispecie, come dei vicini di casa – dichiara Maria Cucurachi, presidente del Comitato Verde Santa Rosa – esseri senzienti che condividono con noi una vita in città e caratterizzano la nostra stessa identità di esseri umani. Sono memoria, rifugio, riposo, bellezza e alterità dell’essere vivi e dell’essere al mondo. L’albero come forma di vita e come metafora cognitiva, come recita uno dei titoli degli interventi in programma. “Alberi in città” è un numero zero assoluto, un primo tentativo di integrare conoscenze ed esperienze diverse e coinvolgere studenti, ricercatori, professionisti e cittadini per una “start-up” collettiva e sociale di pensiero e azioni prossime future».

Eventi collaterali
Il 14 gennaio “Alberi in città – ouverture”, presso il Fondo Verri, storico centro culturale della città di Lecce. Presentazione dell’iniziativa alla città, con letture e musiche.

Il 21 gennaio, a chiusura del convegno, “Dé jà vu”, concerto per flauti e live electronics della musicista Giorgia Santoro, con immagini del fotografo Daniele Coricciati, presso il giardino dell’ex Conservatorio Sant’Anna di Lecce.

Il 24 gennaio passeggiata per gli alberi storici della città con Vittorio De Vitis, presidente di WWF Salento.
“Storia d’amore e alberi”, spettacolo della Compagnia Thalassia, liberamente ispirato al romanzo di Jean Giono, L’uomo che piantava gli alberi (riservato ai bambini delle scuole primarie della città, data e luogo da definirsi).

Programma “Alberi in città”
modera Alessandra Lupo, giornalista

8:30-9:00 Registrazione partecipanti
9:00 – 9:30 Saluti di benvenuto delle autorità

Rosario Centonze, presidente dell’Ordine dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali della Provincia Lecce
Massimo Crusi, presidente dell’Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Lecce
Introduce Maria Cucurachi, presidente del Comitato Verde Santa Rosa

9:45 -12:45 Interventi

Annalisa Calcagno Maniglio, “Per un paesaggio urbano di qualità”
Professore emerito di Architettura del paesaggio – Facoltà di Architettura di Genova

Fabio Ippolito, “Ecosistemi urbani, considerazioni sull’impiego paesaggistico di specie autoctone ed alloctone”
Dottore di ricerca in Ecologia fondamentale – responsabile tecnico Orto Botanico Università del Salento

Bruno Vaglio, “Città e alberi: una convivenza tutta da migliorare”
Dottore agronomo, agronomo del paesaggio mediterraneo e paesaggista

Marcella Danon, “Da Ego a Eco: verso una cittadinanza ecologica”
Ecopsicologa e giornalista – direttrice di Ecopsiché – Scuola di Ecopsicologia – Osnago (Lc)

Riccardo Buccolieri, “Impatto degli alberi sul microclima e sulla qualità dell’aria in ambiente urbano”
Docente incaricato di Meteorologia urbana e circolazione atmosferica a scala locale – Università del Salento

Gian Luca Elia, “I finanziamenti pubblici per la realizzazione di boschi e il censimento degli alberi monumentali in Puglia.”
Dottore agronomo e forestale – funzionario della Regione Puglia – Sezione Foreste

13:00 – 14:00 Pausa pranzo

14:15- 16:45
Interventi

Angela Barbanente, “Ripensare l’urbanistica: spunti dalla pianificazione del paesaggio”
Docente di Tecnica e pianificazione urbanistica – Politecnico di Bari

Maria Valeria Mininni, “Il progetto di paesaggio per un’urbanistica più riflessiva”
Docente di Urbanistica e paesaggio – DiCEM Matera – Università della Basilicata

Stefano Cristante, “L’albero come forma di vita e come metafora cognitiva”
Docente di Sociologia della comunicazione – Università del Salento

Pasquale Bonasora, “Costruire comunità, liberare energie attraverso la cura dei beni comuni”
Imprenditore sociale – componente del Consiglio direttivo di Labsus – laboratorio per la sussidiarietà

Daria Borsetti, “Dagli alberi in città a La Casa sull’Albero: esperienze e nuove prospettive per il benessere e l’inclusione sociale”
Psicologa e psicoterapeuta della Gestalt – Comunità Alloggio Piccoli Passi – Lecce

16:45-17:45
Interventi liberi e dibattito
18:00
fine lavori

Sabato 23 Gennaio a Maruggio (Ta) sarà presentato il libro “Il soldato contadino”

“Il soldato contadino” è il titolo del nuovo libro di Tonino Filomena, che verrà presentato Sabato 23 Gennaio, nel Cine-Teatro “Impero” di Maruggio (Ta), alle ore 18.00.

L’autore, scavando tra le pagine del diario di guerra del padre, i ricordi personali e la storia patria, ha riannodato le memorie del suo “soldato contadino”, protagonista umile e forte, vissuto a cavallo di due secoli.

Alla presentazione prenderà parte lo scrittore-poeta Pierfranco Bruni, il quale dialogherà con l’autore.
“Questo tuo libro” – scrive Bruni rivolgendosi all’autore – “è anche il mio libro… Il nostro libro… Il libro di una generazione che ha vissuto nei propri padri l’orgoglio e la coerenza e nelle proprie madri l’umiltà e l’amore della favola bella…”.

Sono previsti gli interventi di Aldo Summa, dell’associazione “Play Your Place. Il luogo in gioco”, e di Massimo Quaranta, presidente della “Pro Loco” di Maruggio.
“La Voce di Maruggio” è media partner.

Le conversazioni saranno intervallate dalla lettura di passi del romanzo. Nel corso della presentazione verrà proiettato un video, che richiamerà alla memoria “il soldato contadino” e il suo “paese perduto”.
Si preannuncia una serata ricca di emozioni. La comunità maruggese è invitata a partecipare.

Dello stesso autore:
Maruggesi nel primo Novecento – Una storia per immagini1900-1945 (2001). Il relitto della Madonnina – Storia di una nave militare greca del IV secolo a.C. naufragata nel mare di Maruggio (Taranto) (2004) (con B. Antonelli). Guida a Maruggio dentro e oltre la storia (2006). Maruggio: la tua Terra, il tuo mare (Dvd) (2007). Paese nostro povero ma bello – Gli anni Cinquanta (Volti e luoghi di Maruggio in bianco e nero) (2009). Attacco a Maruggio: 13 giugno 1637 – Cronaca di una giornata di pirateria turca nel contesto politico-sociale europeo (2010) (con C. E. Marseglia). Gli occhi della memoria – Viaggio sentimentale nella Maruggio degli anni Sessanta (2011). Nel ventre della Balena Bianca – Gli anni Settanta del paese nostro tra memorie e cronaca cittadina (2012). Così parlò Bilbo – Considerazioni (serie e semiserie) di un “piccolo” narratore di periferia (2013).

In centinaia hanno visitato la quarta edizione della Mostra dei Presepi presso l’ex Convento di Maruggio (Ta)

Con un lusinghiero risultato in termini di presenze, si è chiusa la sera dell’Epifania la quarta edizione della “Mostra dei Presepi” allestita nelle splendide cappelle della Chiesa “S. Maria delle Grazie” – presso l’ex Convento – di Maruggio (Ta).

La mostra dei lavori presepiali, infatti, è stata visitata da centinaia di persone, alcune delle quali sono tornate più volte ad ammirare le opere esposte, trascinando parenti ed amici o semplicemente per il piacere di rivedere con calma ogni singolo presepe.

Ogni anno che passa coloro che espongono i presepi affinano le tecniche costruttive e perfezionano i dettagli, e la loro abilità nel realizzare questi piccoli capolavori artistici incoraggia sempre nuovi appassionati, che – a loro volta – si cimentano con risultati originali e di tutto rispetto.
Per la mostra (che non è stata pensata come concorso a premi), ognuno interpreta la Natività come meglio crede e con i materiali che meglio sa manipolare, senza l’ansia della competizione ma solo per il piacere di esprimersi e regalare a tutti una magia del tutto particolare, che riscalda i cuori ed illumina gli occhi di chi li ammira.

Anche quest’anno la “Mostra dei Presepi” è stata organizzata dall’A.P.S. “Play your Place. Il luogo in gioco” di Maruggio che da tempo ha riunito attorno a questo progetto i più validi Maestri locali e altrettanti volontari, tutti animati dal desiderio di continuare a mantenere viva quest’antica tradizione natalizia.

Il CATALOGO DELLE OPERE PRESEPIALI ESPOSTE è pubblicato on-line ed è sfogliabile cliccando qui!

Animati da questo spirito comune, in collaborazione con questi generosi “costruttori di bellezza” l’A.P.S. “Play your Place” (in continuità e coerentemente con il progetto pluriennale “Cultura, Arte e Fede”) ha rinnovato l’impegno di organizzare un laboratorio creativo rivolto ai bambini e ai loro genitori, per dare loro la possibilità di applicarsi dinamicamente, di imparare le tecniche e realizzare un’opera collettiva, operando fianco a fianco con i rispettivi genitori e aiutati dagli esperti.

Il laboratorio “Costruiamo insieme il presepe” – giunto alla sua seconda edizione –  si è svolto a cavallo di Novembre e Dicembre 2015 nei locali delle “Opere Parrocchiali” gentilmente messi a disposizione dalla Parrocchia.
Il presepe costruito a più mani è stato poi esposto in bella vista sull’altare di S. Francesco d’Assisi (colui che per primo allestì un presepio a Greccio) nella Chiesa dell’ex Convento.
Ogni bambino che ha partecipato al laboratorio ha potuto, così, rallegrarsi del lavoro svolto assieme agli altri, riconoscendo il pezzo che ha costruito o lo scenario che ha ideato.
La soddisfazione più grande è quella di leggere negli occhi dei più piccoli l’emozione che le statuine, le luci o il muschio sanno trasmettere attraverso una composizione che da secoli è sempre la stessa eppure cambia continuamente…

Il DIARIO FOTOGRAFICO DEL LABORATORIO è consultabile on-line ed è sfogliabile cliccando qui!

Un altro appuntamento imperdibileinserito nella mostra è stato quello relativo alla dimostrazione della lavorazione della cartapesta artistica: la sera di Santo Stefano, il Maestro Luigi Lombardi di Torricella (Ta) ha vestito un personaggio, catturando l’attenzione dei tanti intervenuti e suscitando in loro la voglia di approfondire quest’arte.

Oltre alle date programmate per l’apertura, molti visitatori hanno potuto apprezzare le opere esposte anche durante le due serate del “Primitivo Jazz Festival – 2nd Winter Edition”, durante le quali – oltre ad un percorso degustativo di prodotti tipici locali allestito nel chiostro dell’ex Convento e all’esibizione di bravissimi musicisti in chiesa – sono stati accompagnati dall’arch. Summa Aldo (guida turistica dell’A.P.S. “Play your Place”) in un itinerario alla scoperta della Storia, dell’arte, dell’architettura e della devozione che questo luogo sacro custodisce.

Nel darci appuntamento al prossimo Natale, l’A.P.S. “Play your Place” intende ringraziare tutti gli espositori della “Mostra dei Presepi”: De Padova Pino di S. Marzano di S. Giuseppe (Ta), Panarese Filomena, Pro Patrizia e Lombardi Luigi di Torricella (Ta), gli amici di “Un centro per amico. Centro diurno socio-educativo per minori” di Sava (Ta), Saracino Angelo di Francavilla Fontana (Br), e poi Guarino Giovanni, Massa Angelo, Pulieri Luciano, Saracino Salvatore, Sardiello Alessandra, Sardiello Maria, Summa Aldo, Summa Marcello e Vaccarella Francesco di Maruggio (Ta).

L’A.P.S. “Play your Place” ringrazia anche gli altri Maestri e volontari che hanno offerto tempo e disponibilità per l’organizzazione del laboratorio creativo “Costruiamo insieme il presepe”: Deangelis Tonino, Dimitri Giovanni, Marsella Fabio, Rizzo Daniela e Sammarco Luigi.
Grazie anche a Bandelli Maurizio per la fornitura dei tavoli sui quali tutti gli anni poggiamo i nostri incantevoli presepi.
Grazie ancora al Parroco Don Antonello Prisciano per il suo rinnovato appoggio a tutti i progetti proposti dall’A.P.S., e al Comune di Maruggio per il patrocinio concesso.

Per ultimo, un sentito grazie a tutti quei bambini (e anche i loro straordinari genitori) che partecipano attivamente a questo genere di attività: siamo certi che essi diventeranno, ben presto, i più bravi e creativi Maestri presepisti del nostro paese!